Otto minuti da sogno, la Von strapazza Firenze

Varese-McDonald's 14-9. Tornano alla vittoria le biancorosse che nel terzo periodo prendono il largo

Dopo un inizio contratto, la grande cavalcata liberatoria, culminata nel netto 14-9 finale, record di gol segnati dalla Von in serie A1. La pallanuoto varesina ritrova così il successo dopo due sconfitte consecutive, battendo il McDonald’s pallanuoto Firenze.

 

Un parziale di 6-0 a cavallo del terzo e del quarto tempo spezza l’equilibrio che aveva fin lì caratterizzato la gara, con Zanchi e compagne che faticavano a contenere la scatenata Slajsova, autrice di quattro reti. Quando la Von ha cambiato marcia, però, per le toscane non c’è stata più partita. Solveig Stasi, dopo un paio di incertezze iniziali, ha abbassato la saracinesca sulla porta varesina, mentre in attacco l’intraprendenza di Carolina Bosco, Hammond e Colacino ha prodotto il break che ha cambiato il punteggio dal 6-6 di metà terzo tempo al 12-6 dei primi minuti dell’ultima frazione. Positivo anche il gran lavoro in boa della Favini, mentre Manu Zanchi si è ritagliata il ruolo di regista, lasciando alle compagne il compito di affondare i colpi. «Devono imparare ad aver maggiore fiducia nei loro mezzi» ha commentato l’allenatrice-giocatrirce a fine partita.

 

All’inizio l’inerzia della gara pende a favore delle ospiti, che passano a condurre 2-0 con una doppietta della ceca Slajsova. La Von, priva di due titolari, è piuttosto contratta e soffre la velocità delle avversarie. In compenso Varese sfrutta in maniera adeguata le superiorità numeriche, riuscendo così a rimanere attaccata alle avversarie, per superarle in chiusura di secondo tempo con un gol della Smith. E’ il preludio al dominio che prende forma nel terzo periodo, quando la doppietta della Hammond e le giocate della Favini – un rigore procurato, poi trasformato da Smith, ed un gol segnato nel giro di due azioni – lanciano la Von verso la vittoria. La strada è ormai tracciata, nel periodo finale la tripletta della Colacino completa l’opera.
La Von torna così a muovere la classifica, salendo a quota 10. Parlare di “zona tranquillità” sarebbe una forzatura, ma questi tre punti sono davvero una boccata d’ossigeno.

 

A fine partita, Manuela Zanchi elogia la prestazione delle sue giocatrici: «Errori ne abbiamo fatti, ma ho visto, con molta felicità, una piccola crescita di gruppo, soprattutto nel gioco con l’uomo in più. Dopo un inizio contratto siamo riuscite a scioglierci, le qualità le abbiamo, il problema è che spesso le ragazze non credono nei propri mezzi. E’ il nostro grande limite di quest’anno, dobbiamo superare questo muro: le ragazze devono essere le prime tifose di sé stesse».

 

Varese Olona Nuoto – McDonald’s Firenze 14-9 (3-3, 2-1, 5-2, 4-3)
Varese: Stasi (p), Di Palma, Mineo 1, Lonoce, Hammond 2, Zanchi 1, Colacino 3, C. Bosco 3, F. Bosco, Smith 3, Rambaldi, Favini 1, Motta. All. Zanchi.
Firenze: Mancini (p), Slajsova 4, Bucelli, Dessauvagie 2, Luci 1, Fusi, Guasconi, Lucarelli, Olimpi, Ayale, Cotugno, Corrizzato 2. All. Tommasi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.