Per Svizzera e UE il 2007 è già “litigarello”

Alla Confederazione è stato chiesto un nuovo contributo per l'allargamento dell'Unione Europea

Il 2007 per Svizzera e UE comincerà con delle belle questioni di soldi.  Bruxelles ha già chiesto infatti alla Confederazione un nuovo contributo per l’allargamento dell’UE:  l’idea è quella di chiedere alla Svizzera di sostenere finanziariamente anche l’ingresso della Romania e della Bulgaria nell’UE, che entreranno a farvi parte il 1 gennaio 2007. L’importo previsto questa volta è di circa 300 milioni di franchi, cioè circa 200 milioni di euro.

Naturalmente, la proposta arriva da Bruxelles: più precisamente, la presidenza di turno dell’Ue e la Commissione europea si occuperanno della questione all’inizio del 2007. I Venticinque vorrebbero inserire un complemento al memorandum firmato con la Svizzera sul versamento del cosiddetto "miliardo di coesione", destinato ai 10 paesi che hanno aderito all’UE il 1° maggio 2004. Questo primo contributo all’allargamento dell’UE è stato approvato dagli svizzeri  il 26 novembre scorso con referendum, con un margine minimo di voti favorevoli (53% di sì). Su questo argomento, anche questa volta si preannuncia in Svizzera una forte opposizione da parte delle forze politiche di destra, che si erano già opposte alla concessione del miliardo di franchi in favore dei 10 nuovi membri UE.

L’anno prossimo le autorità elvetiche dovranno quasi sicuramente far fronte a pressioni ancora più forti da parte dell’UE anche sulla questione della fiscalità. Le agevolazioni fiscali concesse da diversi cantoni svizzeri alle aziende straniere hanno sollevato da tempo il malcontento dei paesi europei: secondo alcuni la politica fiscale seguita da alcuni cantoni svizzeri per attirare compagnie straniere violerebbe addirittura il Trattato di libero scambio firmato nel 1972 da Berna e Bruxelles. A detta del governo elvetico non vi sarebbe invece nessun legame tra l’accordo, che regola le pratiche commerciali, e il sistema fiscale. La Commissione europea dovrebbe elaborare all’inizio del 2007 un documento, in cui invita la Svizzera a mettersi in regola con le norme dell’UE.

Tratto da swissinfo. L’articolo completo:
http://www.swissinfo.org/ita/prima_pagina/detail/I_soldi_al_centro_dei_negoziati_tra_Svizzera_e_UE_nel_2007.html?siteSect=105&sid=7383797&cKey=1167155632000  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.