«Più autobus, il merito è anche degli studenti»

L'associazione studentesca "Vivinsubria" interviene in merito al potenziamento della linea bus per gli studenti dell'Università Insubria

Riceviamo e pubblichiamo

L’associazione studentesca "Vivinsubria" tiene a fare alcune precisazioni, in riferimento agli interventi riguardo al potenziamento della linea bus a favore degli studenti dell’Università degli studi dell’Insubria.

Infatti l’ottenimento di questo servizio non è da attribuirsi in maniera esclusiva all’operato del consigliere Simone Longhini e del suo partito Forza Italia ma va riconosciuto l’enorme lavoro svolto dai rappresentanti degli studenti che si sono fatti carico della questione e attraverso un petizione hanno messo in luce l’esigenza di tutta la Comunità Universitaria.
Sottolineiamo inoltre che è anche stato grazie alla mediazione del consigliere Flavio Ibba che si è potuto parlare direttamente con l’assessore Carella reperendo le prime informazioni sullo stato dei lavori.

Se ringraziamo qualcuno quindi, questo è l’assessore all’università che si è dimostrato disponibile al confronto. Ha ascoltato le nostre richieste e in breve tempo ha risolto la questione come la scorsa amministrazione non aveva saputo fare.

Siamo contenti che l’amministrazione abbia accolto le nostre richieste dimostrando finalmente che anche l’università ha un peso importante per la città. Speriamo che questo sia il primo passo di una lunga collaborazione e che il dialogo non venga mai a mancare.

Non vogliamo però che i problemi degli studenti vengano strumentalizzati per ottenere consensi a livello politico e soprattutto desideriamo che il nostro operato non venga messo in secondo piano, perché per far diventare Varese una città universitaria serve in primo luogo una capacità di azione comune di tutti gli studenti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.