Pro Patria: via Rossi, arriva Dominissini

La decisione, attesa dopo la sconfitta di Pisa, è arrivata nel tardo pomeriggio. Carbone: "Torneremo sul mercato seguendo le sue indicazioni"

Cambia la panchina alla Pro Patria, come del resto ci si attendeva dopo il poker di sconfitte consecutive in campionato. Marco Rossi abbandona i tigrotti dopo pochi mesi e al suo posto arriva a Busto Arsizio Loris Dominissini, attualmente senza squadra dopo che nella scorsa stagione aveva guidato per poche partite l’Udinese in serie A in tandem con Nestor Sensini.

A spiegare la scelta che ha portato a Busto l’ex allenatore del Como (nella foto) è il direttore sportivo della società tigrotta, Angelo Carbone. «A questo punto della stagione, piuttosto delicato, abbiamo scelto di ingaggiare un mister come Dominissini che riteniamo ben preparato oltre che esperto». E sul fatto che si sia dovuto aspettare fino al tardo pomeriggio per avere la comunicazione della rinuncia a Rossi, Carboni risponde: «Nessun problema. Il presidente per motivi di lavoro è stato costretto a programmare la riunione solo dopo pranzo».
Il mese scarso che ci separa dal mercato servirà così alla nuova guida tecnica per conoscere i giocatori a propria disposizione e per capire dove operare in sede di campagna acquisti. «Indubbiamente i risultati attuali non sono positivi – prosegue Carbone – e in questo momento l’unica mossa possibile era l’esonero di Rossi. Però è chiaro che a gennaio ci guarderemo in giro, seguendo anche le indicazioni di Dominissini».
Domani, mercoledì 13, lo "Speroni" ospieterà quindi la conferenza stampa di presentazione (ore 12) dell’uomo che ha accettato la sfida di rimettere la Pro Patria sui binari. Un treno che i tigrotti devono prendere al volo. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.