Prorogata la convenzione dei Piani di Zona

E’ stata votata la proroga semestrale dei Piani di Zona della convenzione tra i comuni del distretto di Somma

E’ una vera patata bollente per il comune di Somma Lombardo la questione della proroga della convenzione tra i comuni del distretto di Somma Lombardo per il Piano di Zona triennale 2006-2008. La proroga è stata votata in consiglio comunale il 30 novembre scorso, ma non sono mancate discussioni e numerose domande critiche da parte della minoranza. In difficoltà l’assessore ai servizi sociali e vicesindaco, Antonella Rossi, ha affermato la necessità di questa proroga di sei mesi che deve essere votata da tutti  i nove comuni del distretto (Somma Lombardo, Cardano al Campo, Lonate Pozzolo, Ferno, Casorate Sempione, Besnate, Arsalo Seprio, Golasecca, Vizzola Ticino). Certo a causa di questo ritardo del Piano di Zona  i  9 comuni hanno rischiato fortemente di perdere consistenti finanziamenti regionali. Tutta la minoranza, da Luigi Bollazzi (Insieme per Difendere Somma), a Ermanno Bresciani (Ds), a Claudio Brovelli e Virginia Brasca, incalza: “Affermate la necessità di dover cambiare la convenzione, ma quali sono gli elementi di criticità per aver bisogno di una proroga di sei mesi? Quali sono i problemi?”. Come ricorda Virginia Brasca, consigliere di minoranza: “L’argomento è estremamente delicato. Abbiamo votato questa proroga, ma deve essere un momento di riflessione.” Il problema sembra essere legato anche ad un fatto contingente, poiché a breve andrà in pensione la dott.ssa Carmen Ambrosetti, Tecnico Sociale e responsabile del PEG (Piano Esecutivo di Gestione) del comune capo convenzione, che con la sua esperienza è un vero pilastro del settore. Una grossa difficoltà, quindi, è dovuta al fatto che il comune capofila della convenzione, Somma Lombardo, perde una persona con alte competenze, che inevitabilmente lascia un vuoto. La discussione, però, è nata anche dalla scelta dell’amministrazione comunale di Somma di porre a nuovo responsabile dell’area socio-culturale e della pubblica istruzione un esperto amministrativo, un funzionario  che non ha avuto esperienza nel delicato settore dei servizi sociali.

Al di là delle osservazioni critiche della minoranza, la necessità di ripensare soprattutto la gestione dell’erogazione dei servizi sociali nei comuni del distretto è stata sottolineata anche dal segretario comunale, Salvatore Restivo, che in una lettera ha proposto di costituire un nuovo organismo di gestione. Restivo spiega: “Si deve arrivare a giugno, allo scadere della proroga, ad una nuova convenzione. Alcuni sindaci del distretto hanno avanzato la richiesta che potessero partecipare al tavolo  tecnico di lavoro gli assistenti sociali di tutti i comuni e  in effetti questo sarebbe utile. L’intenzione è quella di arrivare ad una nuova impostazione dove il comune capoconsorzio procede alle pratiche burocratiche ed il tavolo di Piano diventa un tavolo tecnico. Questi sei mesi servono per studiare la definizione del primo passo: si intende migliorare la convenzione perché si crei un corpo autonomo dove confluiscano le risorse umane di tutti i comuni”. La nuova convenzione, quindi, prevedrebbe l’adempimento di tutte le incombenze burocratiche da parte di Somma e la partecipazione attiva di un assistente sociale da parte di ogni comune. Si potrebbe pensare persino di riuscire a creare un consorzio tra i comuni, ma è ancora tutto da vedere e questi sei mesi costituiscono un impegno per riflettere e trovare una nuova soluzione gestionale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.