Provinciale per Besnate strada più larga e nuova pista ciclabile

Gli assessori Baroni e Martignoni sottolineano l’impegno di Villa Recalcati per la sicurezza

Sono ormai prossimi all’avvio il secondo lotto di lavori sulla provinciale 26 che collega Gallarate con l’autostrada A26 a Besnate e con la “Gallaratese” nel comune di Albizzate in prossimità dello svincolo della A8. La provincia e il Comune di Gallarate avevano sottoscritto un accordo per realizzare una serie di interventi che – spiega l’assessore provinciale alla viabilità, Carlo Baroni – «permettessero di migliorare la viabilità e aumentare la sicurezza stradale del tracciato sia lungo l’asse provinciale sia nell’attraversamento del territorio comunale».

La strada presenta oggi una larghezza variabile fra i 5,50 metri nel tratto extraurbano e gli otto metri in area urbana. Lungo il tracciato della “26” si incontrano una serie di intersezioni con strade diverse per tipo e funzione: alcune collegano la provinciale con viabilità intercomunale (è il caso di via Besnate), altre con la viabilità di quartiere (via Assisi e via don Piloni a Crenna), altre ancora sono strade di servizio per gruppi di edifici (ad esempio, via Marmolada e via Tonale).

Il progetto prevedeva la realizzazione di rotatorie (già costruite all’incrocio con via Besnate, via Assisi e via Piloni) e la creazione di una pista ciclopedonale con l’allargamento della sede stradale, tra il confine con il comune di Besnate e largo Mozart, per una lunghezza di due chilometri. «Segnale di attenzione della Provincia ai temi legati alla prevenzione» rimarca l’assessore provinciale alla Sicurezza, Giuseppe De Bernardi Martignoni.

I lavori, che saranno finanziati da Provincia e Comune di Gallarate, costeranno poco più di un milione e mezzo di euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.