Quando il nonno gioca alla play station

In arrivo una serie di videogames per la terza età: comandi manuali, linguaggio semplice e possibilità di giocare in rete

Cosa resterà della briscola al circolo? Solo un ricordo se il progetto Eldergames, finanziato dall’Unione Europea, dovesse andare in porto. L’iniziativa, coordinata da Malena Fabregat dell´Istituto tecnologico del giocattolo (Aiju), è nata infatti con lo scopo di rivoluzionare il mondo dei passatempi delle persone della terza età. Niente tombola di Natale o torneo di scopa d’assi, in cantiere i partner di Eldergames hanno una serie di giochi interattivi studiati ad hoc per conquistare il pubblico dei meno giovani.
In concreto il progetto prevede lo sviluppo di un tabellone interattivo, della dimensione di un tavolo, dove saranno visualizzati i programmi digitali. Tutto sarà studiato nei particolari soprattutto per superare l’ostacolo della "tecnofobia" tipica di molti anziani: l’interfaccia ed il linguaggio saranno perciò di estrema semplicità ed i comandi portranno essere trasmessi attreverso il semplice movimento delle mani. 
Ogni gioco sarà creato per due o più partecipanti da "reclutare" anche on line attraverso il sistema in rete.

Il consorzio Eldergames, al quale aderiscono esperti di mezzi di comunicazione digitali e gerontologi di Austria, Finlandia, Italia, Norvegia e Spagna, ora utilizzerà queste linee guida per la progettazione di giochi e giochi da tavolo digitali e proseguirà la collaborazione con gli esperti per individuare le capacità cognitive e mnemoniche da stimolare.
Secondo gli ideatori del progetto l’utilizzo del tabellone e dei video games potrebbe apportare effetti positivi per i giocatori: contribuire a migliorare l’agilità mentale e la qualità di vita degli anziani ma anche a prevenire gli effetti negativi dell’invecchiamento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.