Questione Sacconago, il Polo civico bastona la Lega

Parole pesanti dai centristi: razzismo, odio e criminalizzazione di intere categorie, idee confuse ed oltranziste i capi d'accusa imputati al Carroccio

 

Riceviamo e pubblichiamo

In
merito ai volantini del Movimento Giovani Padani che sono stati
distribuiti a Sacconago nella giornata di domenica 10/12/2006 il POLO
CIVICO DI CENTRO denuncia PUBBLICAMENTE il comportamento fortemente
razzista
e schierato che le associazioni giovanili della Lega Nord e
la Lega Nord stessa hanno espresso in merito al degrado che colpisce
ed affligge il quartiere di Sacconago.
Vogliamo porre
all’attenzione della cittadinanza le problematiche reali ed
effettive che affliggono Sacconago esprimendo la nostra risoluzione
in merito a quanto denunciato:

- problema extracomunitari: non
si deve procedere alla criminalizzazione dell’intera categoria
degli extracomunitari
presenti sul territorio, cercando di
ghettizzare Sacconago o di far credere che nel quartiere ci sia solo
presenza di cittadini stranieri dediti completamente alla
delinquenza. Sacconago offre e deve offrire una libertà ed uno
stile di vita fatto da valori umani e sociali, di più realtà
di diversa estrazione sociale ed etnica. Semmai il problema
importante è la parte che riguarda la Vigilanza e la presenza dei
Vigili Urbani
sul territorio. Sacconago non ha una copertura seria e
concreta di vigili che pattugliano le cosiddette zone a rischio
lasciando quindi in balia di piccola delinquenza più o meno
organizzati i territori periferici del nostro Comune. Ma facendo un
semplice conto, la Polizia Locale fa riferimento all’Amministrazione
Comunale e l’Amministrazione Comunale sino a prova contraria è
rappresentata anche dalla Lega Nord… pertanto una manifestazione di
odio e razzismo come quella di domenica
, non supportata da proposte
operative interessanti e costruttive è da considerarsi deleteria e
fortunatamente confinata a pochi elementi;
- inoltre il rione sta
lentamente pagando la mancanza di un valido strumento urbanistico
che
se abbinato ad un serio e rigoroso regolamento tecnico avrebbe
sicuramente potuto rivalutare il centro del quartiere. La
riqualificazione dell’area (ex oratorio) che sta attorno alla Casa
Azzimonti dovrà, alla luce dei fatti successi, sicuramente
essere ben valutata dall’amministrazione Comunale per non dare il
colpo finale al centro di un quartiere che sicuramente si sente ma è
anche parte viva della città di Busto Arsizio.
- Le
soluzioni a questi problemi, non dovranno essere, come al solito,
calate dall’alto ma valutate secondo il metodo inglese del
planning for real” che rende partecipe la cittadinanza allo
sviluppo della zona in cui risiede. Ascoltare i reali bisogni della
gente!
Questo è il metodo che suggerisce il Polo civico di
centro alla soluzione dei problemi della città.

Nell’auspicarci
quindi un ritorno ai valori cristiani di solidarietà e di
educazione civica che hnno contraddistinto e continuano a
contraddistinguere i cittadini di Busto e in particolar modo di
Sacconago, ci poniamo come obbiettivo principale ed importante
l’evitare di criminalizzare una categoria di cittadini, il
diffondersi di odio razziale che non ha vie di sbocco diverse da
quella di generare violenza e mancanza di tolleranza ed il
diffondersi di idee confuse e oltranziste che non rappresentano
assolutamente l’animo pacifico e di tolleranza civile della città
che invece si prodiga e cercherà di prodigarsi al fine di
risolvere anche questo annoso problema.

Restando comunque
sempre aperti a proposte e eventuali scambi di idee e di
collaborazione anche con L’amministrazione Comunale piuttosto che
con le Associazioni che operano sul territorio , distintamente
salutiamo.

Coordinamento Cittadino del "POLO CIVICO
DI CENTRO"

Geom. Antonello Ferioli – ( gia’
candidato sindaco per ITALIA FUTURA) –
Arch. Gianluca Ferrari –
( gia’ candidato alla Camera dei Deputati di UDEUR )
Avv. Roberta
Gallosi – ( gia’ candidata al Consiglio Comunale)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.