Saldi invernali, si comincia il 7 gennaio

Partiranno di domenica le occasioni regolamentate dalla Regione. Per l'occasione, riparte anche Saldi Chiari, iniziativa Ascom per la trasparenza dei ribassi

I prossimi saldi invernali avranno inizio domenica 7 gennaio 2007 per una durata complessiva di sessanta giorni, vale a dire fino al 7 marzo. Lo ha stabilito la Giunta della Regione Lombardia approvando martedì 5 dicembre, l’apposita Delibera n. 3717.

Nel medesimo provvedimento, viene altresì modificata la precedente D.G.R. 13 giugno 2003 n.VII/13313 eliminando la frase “o il giorno feriale successivo qualora tale giornata dovesse coincidere con la domenica o altra festività”. In tal modo viene stabilito che i saldi invernali iniziano il 7 gennaio, anche se la data coincide con la domenica o altra festività.

Per i saldi estivi, la Giunta Regionale ha stabilito la data d’inizio coincidente con il primo sabato di luglio. Due mesi di offerte, quindi, e tante occasioni a prezzo scontato garantite in provincia di Varese dal marchio “Saldi Chiari”, l’iniziativa dei Sindacati Provinciali di Abbigliamento e Calzature di Uniascom Varese a tutela del consumatore quale garanzia della trasparenza delle svendite stagionali. “Saldi Chiari”, infatti, è un impegno da parte del commerciante di rispettare alcune regole ritenute fondamentali per garantire acquisti sicuri della merce scontata.

Alla luce dei positivi risultati raggiunti con la sperimentazione avviata già da alcuni anni, Uniascom Varese ha ritenuto di dover proseguire sulla via della sensibilizzazione dei consumatori-utenti e dei commercianti, promuovendo ancora una volta le regole che prevedono, per tutta la durata dei saldi, l’accettazione del pagamento con carte di credito, l’impegno a sostituire o a rimborsare entro otto giorni dall’acquisto o, comunque nel termine più breve possibile, i capi che presentano gravi vizi occulti, il diritto del consumatore alla prova dei capi di abbigliamento (esclusa la biancheria intima), l’uniformità dei prezzi per le catene di negozi che effettuano vendite di fine stagione o saldi, l’esposizione di un cartello che indica il costo e la possibilità di adattare o riparare i capi di abbigliamento, l’obbligo di esporre il decalogo ben visibile nel punto vendita.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.