Sciopero dei mezzi pubblici, larghissima adesione ovunque

A meno di rapidi sviluppi nella vertenza per il rinnovo dei contratti, scaduti a fine 2005, i sindacati confederali minacciano una nuova protesta per il 13 dicembre

Lo sciopero odierno dei mezzi pubblici, indetto a causa della vertenza per il rinnovo del
contratto nazionale, scaduto nel dicembre 2005, ha avuto larghissima adesione in tutta Italia, causando non pochi problemi al traffico nonostante le fasce orarie di garanzia. Le sigle sindacali che l’hanno organizzato (Filt-Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Trasporti e Faisa Cisal) ne preparano, in caso di insuccesso delle trattative, un altro per la giornata del 13 dicembre, con tanto di manifestazione a Roma per far meglio valere le proprie ragioni.

"Le adesioni dei
lavoratori hanno raggiunto il 100% a Bari e Firenze, percentuali
attorno al 90% sono segnalate a Roma e Torino, a Milano si è
arrivati al 95%, il 98% a Bologna, mentre a Napoli la cifra si assesta
all’85%": questi i dati diffusi da Fit-Cisl in una nota ufficiale.

"Se
la vertenza non si sblocca i lavoratori sciopereranno per 24 ore il
giorno 13 dicembre 2006 con una manifestazione a Roma", si legge in una
nota diffusa dai sindacati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.