Spaccio nell’ex area Cantoni, due in manette

Due cittadini tutnisini avevano allestito una specie di centrale dello spaccio, riparata da occhi indiscreti: i carabinieri li hanno arrestati e hanno sequestrato la cocaina

I carabinieri della Stazione di Castellanza e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Busto Arsizio, nella notte di ieri, martedì 19 dicembre, hanno tratto in arresto due tunisini per detenzione di stupefacenti e due rumeni per la violazione della legge sull’immigrazione clandestina.

I due nord africani, rispettivamente nati nel 1974 e nel 1980, probabilmente domiciliati nella città di Milano, sono stati sorpresi all’interno della fabbrica in disuso ex Cantoni in Castellanza vicino al fiume Olona, mentre spacciavano cocaina.

Gli arrestati avevano tentato di scappare ma sono stati bloccati dai carabinieri che avevano circondato tutta l’area. Durante la perquisizione sono stati trovati cinquantasette grammi di cocaina suddivisa in numerose dosi pronte per essere cedute ai clienti, alcuni telefoni utilizzati per ricevere le chiamate degli assuntori e oltre 800 euro in contanti, profitto dello spaccio.

I due spacciatori in un locale avevano portato anche dei letti ed un tavolino ed avevano predisposto anche una caldaia rudimentale per riscaldarsi. In questo modo potevano anche non allontanarsi dal luogo di spaccio e quindi potevano limitare i loro spostamenti al minimo necessario per l’approvvigionamento dello stupefacente. La ex fabbrica, ormai da molti anni in disuso, era il luogo ideale per lo spaccio perché non solo garantiva la possibilità di abitarvi ma anche una buona via di fuga lungo il fiume in caso di intervento delle forze dell’ordine. I due nord africani adesso si trovano nel carcere di Busto Arsizio.

I due rumeni, di venticinque e di ventuno anni, sono stati trovati nel comune di Olgiate Olona. L’arresto è stato effettuato perché i due non avevano ottemperato all’ordine del Questore di Varese di lasciare il territorio nazionale che gli era stato notificato dai carabinieri di Castellanza nello scorso mese di luglio. Il processo a carico dei due si svolgerà in questi giorni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.