Storia e cultura con “Samararti”

4 e 5 dicembre due conferenze nella Sala Azzurra della Villa Montevecchio alle ore 21

Ancora una due giorni all’insegna della cultura e della storia romana.

Lunedì 4 dicembre ultimo appuntamento con la storia romana magistralmente commentata dalla professoressa Giovanna Ponti che approfondirà il periodo di crisi della Repubblica Romana fino alla battaglia di Azio. Nel I secolo a.C. la Repubblica inizia a scricchiolare, si amplia il latifondo e si affermano forti poteri personali dei personaggi più influenti che, facendosi interpreti dei bisogni delle masse meno favorite o della necessità di mantenere il controllo nelle mani delle principali e più ricche gentes, porteranno alla guerra civile. La Repubblica dovrà affrontare anche una rivolta di schiavi, capeggiata da Spartaco.

La battaglia di Azio segna il tramonto definitivo della Repubblica romana, anche se per la sua fine ufficiale si dovrà attendere il 27 a.C. quando il senato conferirà a Ottaviano il titolo di Augusto.

Martedì 5 dicembre invece terzo appuntamento delle conferenze di letteratura a cura del prof. Silvio Raffo, con Catullo e le sue opere.

Catullo è uomo e poeta passionale, preso da reazioni violente, da odi, rancori e sofferenze che tuttavia non sanno prevalere sull’amore. Ma è anche un artista di delicati sentimenti e sensibilissime immagini poetiche. Il passero amato da Lesbia  o la passione dell’intimità amorosa descritta in un tripudio di baci, sono "immagini" di una delicatezza ed intensità rare, quasi uniche.

Le due conferenze si tengono nella Sala Azzurra della Villa Montevecchio. Hanno inizio alle ore 21 e l’ingresso è libero e gratuito.  Su richiesta verrà rilasciato attestato di frequenza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.