Suor Margherita, un premio per la sua bontà e il suo coraggio

La religiosa dell'Istituto Cottolengo varesino è stata premiata dal Centro Italiano Femminile. Presenti il prefetto Aragno e il sindaco Fontana

Un Salone Estense gremito ha assistito alla consegna del premio "Bontà Coraggiosa" a Suor Margherita dell’Istituto Cottolengo di Varese. L’iniziativa, arrivata ormai alla sua quarta edizione, è organizzata da Cif, Centro Italiano Femminile Comunale di Varese, con il patrocinio del Comune di Varese e dell’assessorato ai Servizi Sociali.
Nata in Piemonte, Suor Margherita ha preso i voti a 22 anni e quest’anno festeggia il cinquantesimo di professione religiosa. Da ventidue anni opera a Varese, sempre a contatto con i giovani, sia a scuola dove ha insegnato catechismo, sia all’oratorio della parrocchia San Vittore di Casbeno.
A premiare la religiosa, la presidente del Cif Bruna Giudici, il prefetto Roberto Aragno e il sindaco Attilio Fontana. «Non dobbiamo mai sottovalutare l’importanza che il volontariato ha nelle nostre comunità – concordano prefetto e sindaco -. Purtroppo i problemi legati alla povertà e all’emarginazione sono ancora presenti e il settore pubblico da solo non è in grado di dare tutte le risposte. Suor Margherita incarna pienamente i valori non solo del Cif, ma di tutti quelli che fanno dell’aiuto al prossimo uno degli scopi delle propria vita»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.