Un incontro per dire basta alla violenza sulle donne

Mercoledì 13 alle 21 presso la Palazzina della cultura. Organizza l'Albero di Antonia in collaborazione con altre associazioni

Può essere fisica o psicologica, si manifesta nelle società oscurantiste così come nelle democrazie occidentali. E’ un male duro a morire, anche nell’evoluto XXI secolo, quello della violenza sulle donne.

 

A Varese se ne parlerà mercoledì, alle 21 presso la Palazzina della cultura di via Sacco, in occasione dell’incontro “Mai più violenza sulle donne”, organizzato da “L’albero di Atonia – circolo Arci” in collaborazione con Amnesty International, Emercency, Asem ed Eos.
L’iniziativa, che ha ricevuto il patrocinio del comune di Varese, si articolerà in tre momenti. Ad aprire la serata sarà un monologo dell’attrice argentina Candelaria Romero, che sta portando in giro per l’Italia il suo spettacolo-denuncia sulla violenza nei confronti delle donne. A seguire, verrà proiettato un video curato da Amnesty Internetional, in cui vengono raccontati diversi episodi di violenza da tutto il mondo. La stessa associazione umanitaria allestirà anche una mostra fotografica, nell’ambito di una campagna di sensibilizzazione sul tema. Infine, l’associazione Eos – attiva a in Lombardia con uno sportello contro la violenza sulle donne – presenterà la propria attività in Varese e provincia. Ad intervenire sarà Alessia Gibin, vicepresidente provinciale dell’associazione.  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.