Un Natale nel segno della tradizione

Dall’antivigilia a Santo Stefano, tutti gli appuntamenti del Natale in Provincia, tra sacre rappresentazioni, cinema e divertimento sulle piste del Canton Ticino

Abeti e presepi, regali da scartare e pranzi da organizzare, feste in Piazza e vin brulè: a Natale non solo si diventa tutti più buoni, ma sotto l’albero si riscoprono abitudini e tradizioni che nessun augurio inviato via posta elettronica o sms potrà mai surclassare. E allora tuffiamoci in tutti gli appuntamenti più tradizionali di questo Natale in Provincia.

Per i ritardatari, regali che vengono da lontano
Se siete ancora a caccia di idee e soprattutto di regali vi consigliamo di fare un giro a Sesto Calende: in via Zutti, fino al 24 dicembre, sarà possibile visitare la mostra mercato del commercio equo e solidale. Cesti natalizi e prodotti alimentari per scoprire i sapori del mondo, ceramiche e tessuti per decorare la mente e la casa, libri e prodotti di artigianato che raccontano altre culture e società. I prodotti sono importati da Asia, America Latina e Africa applicando i criteri delle relazioni commerciali trasparenti e continuative, del riconoscimento di prezzi che permettano una retribuzione dignitosa, del prefinanziamento degli ordini e sostegno a progetti di sviluppo ambientale e sociale. La mostra mercato è aperta dalle ore 10 alle 12.30 e dalle ore 15.30 alle 19.

Quattro passi, tra arte e presepi
Annoiati e appesantiti dall’immancabile tournée enogastromica, a metà del pomeriggio del giorno di Natale – o di Santo Stefano, per chi lo festeggia – qualcuno salterà fuori con il classico «Andiamo a fare due passi?» Ecco come stupire parenti e congiunti con proposte che nessuno potrà declinare. Al Museo della Terraglia di Laveno Mombello la passeggiata è tra presepi in ceramica che ripercorrono i significati più autentici della tradizione natalizia
. Per chi ama l’alta quota è d’obbligo fare un salto a Casbeno dove, sul campanile della parrocchia, è stato realizzato il Presepe più alto della città: poco sotto i 53 metri della punta, all’altezza delle campane, sono stati fissati quattro pannelli luminosi, raffiguranti la Sacra famiglia, l’Arcangelo Gabriele, i Re magi e la stella cometa. Infine un classico che di più non si può, ovvero il presepe sommerso di Laveno Mombello visibile fino al 12 gennaio o quello vivente di Venegono Inferiore.

Sui pattini o sulla neve
Sembra fatto apposta per gli sportivi questo Natale che tanto a Busto quanto a Varese arriva sui pattini. Sabato pomeriggio la pista di pattinaggio su ghiaccio del parco del Museo del Tessile di Busto ospiterà l’Hockey Club Varese e l’A.S.Varese Ghiaccio che daranno vita ad una grande festa del ghiaccio. Alle 14.00 gli atleti delle due squadre si esibiranno in una serie di esercizi di pattinaggio artistico ed hockeistico. Seguirà un’esibizione dimostrativa di pattinaggio artistico in cui non mancheranno le evoluzioni più difficili e spettacolari. Dopo una partita dimostrativa di hockey della squadra under 8, la pista sarà aperta ai bambini che vorranno provare a cimentarsi con i pattini con l’aiuto di allenatori professionisti e potranno partecipare a giochi sul ghiaccio. Non mancheranno vin brulè e tè caldo.
Non chiude neanche a Natale la pista di pattinaggio allestita in piazza Monte Grappa a Varese: tutti i giorni, dalle 10.00 alle 22.00, piccoli e grandi pattinatori avranno la piazza ancora tutta per loro.
Anche se la neve sarà la grande assente delle festività 2006,
in Canton Ticino non ci si perde d’animo: ecco tutte le proposte per chi aderisce alla Ticinocard, la carta turistica che coniuga sport, shopping e intrattenimento a prezzi vantaggiosi.

Al sapor di sottobosto, con elfi e folletti
Nel centro storico di Varese continuano gli appuntamenti con “Gioca il Natale”: sabato e domenica alle 15.30 nelle piazze Podestà, Carducci e Forzinetti (nelle adiacenze di piazza XX Settembre) animazione natalizia per bambini con un elfo gigante che intratterrà i più piccoli con le magiche avventure del sottobosco. Creature del bosco anche a Libreria Runde Taarn di Gerenzano dove domenica mattina (dalle 10.00 alle 12.00) e pomeriggio (dalle 15.30 alle 19.00) saranno gli elfi a proporre letture natalizie, racconti e giochi vari per i bambini.

Magie e fantasia infine a Ispra dove Babbo Natale domenica pomeriggio (ore 14.30) arriva in compagnia di allegri folletti.

In Piazza, tra musica e vin brulè
Christmas is coming 2006: un titolo d’oltreoceano per la più classica delle tradizioni. Vin brulè, canti natalizi e musiche a tema, per non parlare delle scenografie e delle illuminazioni che domenica, dopo la messa di mezzanotte, trasformeranno piazza San Vittore di Varese in un teatro a cielo aperto.

Al cinema, come nelle più classiche delle tradizioni
Tra una pranzo e una cena, non può mancare l’immancabile film di Natale, quest’anno addirittura triplicato. Natale a New York, Olè e Commediasexi sono i tre titoli di casa nostra che riusciranno a dividere gli italiani, anche a Natale.
Per grandi o per piccini, sono comunque tante le nuove uscite: le trovate tutte alla nostra pagina di cinema.

Naturalmente, in Provincia c’è molto di più: date un’occhiata per questo alla nostra agenda degli appuntamenti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.