Una “Note di Stelle” per scoprire e conoscere la sindrome di down

Serata di musica, sport e danza per grandi e bambini lunedì 18 dicembre al teatro Condominio “Vittorio Gassman” di Gallarate

Una “Note di stelle” al teatro Condominio “Vittorio Gassman” per conoscere la realtà delle persone con sindrome di Down.

La organizza per lunedì 18 dicembre alle 21 l’associazione Pianeta Down, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura e l’assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Gallarate. L’evento è stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa in Comune a Gallarate, alla presenza anche di Alessandro Mosconi, del direttivo dell’associazione Pianeta Down.

«L’associazione Pianeta Down – ha spiegato Mosconi – è principalmente quello di creare una “cultura della non diversità”, uno scambio di opinioni tra cittadini: è quello di diffondere e far conoscere la problematica e i progetti che si sviluppano in questa direzione». Tra questi, il “progetto testimonianze”, che si concretizzerà nella redazione di un opuscolo sintetico e di facile fruibilità contenente testimonianze e arricchito da racconti scritti anche da ragazzi down. «L’esigenza di questo opuscolo – prosegue Mosconi – nasce dall’idea che la comunicazione della diagnosi sia un momento fondamentale nel processo di accettazione/rifiuto da parte dei genitori di un figlio con la sindrome di down e che perciò può influenzare scelte e anche il rapporto tra genitore e figlio».

L’ingresso alla serata sarà a offerta libero e il ricavato servirà proprio a finanziare la pubblicazione dell’opuscolo e l’ampio progetto di diffusione della conoscenza della realtà e delle persone con sindrome di Down.  Tale opuscolo tra l’altro segue a breve distanza la pubblicazione del libro "Come pinguini nel deserto" (edizioni Del Cerro, 2005) e la creazione del sito internet www.pianetadown.org e, con essi, si inquadra in un progetto ideato dall’ Associazione Pianeta Down (associazione a carattere nazionale) che mira alla diffusione di esperienze provenienti da questo "pianeta" che, come tutte le realtà che non conosciamo, sembra così lontano, fino a quando magari, non ne veniamo "toccati" direttamente attraverso la nascita di un bambino dalle caratteristiche "inattese". E allora sentimenti contrastanti e spesso anche non belli si affacciano nella mente e nel cuore di chi si trova a dover affrontare questa situazione imprevista. L’aiuto medico, fondamentale, spesso però non basta, e nemmeno il sostegno psicologico professionale: spesso la spinta fondamentale per superare i primi momenti di un cammino di accettazione sicuramente non banale viene proprio dalla coscienza di non essere "soli" nell’esperienza che si sta vivendo. E la lettura di esperienze analoghe getta un seme di speranza sul futuro di chi vive questa situazione e dei bambini che ne sono coinvolti.

La manifestazione del 18 dicembre al teatro Condominio “Vittorio Gassman” di Gallarate prevede tra l’altro la partecipazione straordinaria del cantautore Carlo Pastori, l’esibizione dei piccoli judoka della palestra Fuji Yama, del coro diretto da Luisella Bossi e un intermezzo di danza . Alla serata sarà presente Cristiana Acquistapace, la giovane down consacrata suora laica nell’Ordo Virginum della Diocesi di Como il 25 marzo di quest’anno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.