Una nuova Farmacia a Somma Bassa?

Ottenuto l’azzonamento per una quarta farmacia sommese. Ora si aspetta la Regione

Forse Somma Lombardo avrà una nuova farmacia. Il forse è d’obbligo dati i tempi lunghi della burocrazia. La notizia è recente e si deve ancora ben definire, in ogni caso la giunta Colombo ha ottenuto in un incontro con la Regione una ridistribuzione delle aree che permetterebbe di aprire un nuovo esercizio in città. Con i suoi 16.247 abitanti Somma Lombardo ha diritto per legge a quattro farmacie, che fino ad oggi sono così distribuite: due farmacie comunali, una a Mezzana, una al Terminal 2 dell’aeroporto di Malpensa; due private, una in via Maspero e una in via Milano. Un quadro che lascia del tutto scoperta Somma Bassa. Con la nuova delibera, che in accordo con la Regione ridefinisce la farmacia comunale di Malpensa come farmacia aeroportuale, si apre lo spazio per un nuovo punto vendita. La stessa ridistribuzione era già stata tentata dalla precedente amministrazione Brovelli, ma la Regione allora aveva fatto orecchie da mercante, come ricorda  Ermanno Bresciani, capogruppo dei Ds: «Si è aperta la possibilità perché ora la Regione si è mostrata disposta a far diventare la farmacia del Terminal 2 aeroportuale. Mi auguro, però, che la legge regionale sia approvata nel più breve tempo possibile per poter  concretamente realizzare la delibera».

L’evoluzione legislativa regionale  permette ora un nuovo azzonamento delle aree e l’apertura nella parte scoperta della città di una nuova farmacia, pubblica o privata è ancora da stabilirsi. Il sindaco Guido Colombo si mostra fiducioso: «La nuova farmacia dovrebbe essere comunale», ma Claudio Brovelli ricorda: «Finchè la farmacia di Malpensa non sarà dichiarata ufficialmente “aeroportuale”, purtroppo non possiamo parlare di una quarta farmacia a Somma Bassa. Di fatto in consiglio comunale non abbiamo approvato l’apertura di una nuova farmacia, ma abbiamo modificato gli ambiti».

La delibera del consiglio comunale del 20 dicembre 2006 sarà ora depositata presso la Regione che deve mettere in atto la prassi per approvare la nuova configurazione. Ci sarà, quindi, forse una farmacia a Somma Bassa, quando e come non si sa. I tempi spettano alla Regione Lombardia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.