Varese senza mordente, regala un pareggio alla Valenzana

Finisce 1-1 a Masnago: gli ospiti non rubano nulla e approfittano di una giornata negativa dei biancorossi. Mangia furioso: "Centrali disastrosi, siamo padroni del nostro destino"

Il Varese brinda al Natale con uno spumante senza bollicine: l’ultima gara del 2006 finisce con un brutto 1-1 che non serve a fare salti in classifica e anzi manda su tutte le furie mister Mangia, durissimo nel dopo partita. “Se fossimo stati furbi, oggi avremmo girato la nostra stagione. Invece no: però qui si traccia una soglia e ognuno si prende le proprie responsabilità". Parole pesanti nei riguardi di alcuni giocatori (in primis la difesa) che potrebbero avere un seguito in vista del mercato di gennaio.

CALCIO D’INIZIO – Mangia schiera un Varese a trazione anteriore, per quanto gli è possibile: lo schema “ad abete” usato a Legnano si tramuta in un 4-3-3 con Ferrario affiancato in avanti da Lepore e Grossi. Tra gli ospiti non c’è Barbieri (andrà al Lecco) ma Belluomini a far da partner a Ferrari; a centrocampo è titolare Ferronato, mentre Felice Foglia va in panchina.

IL PRIMO TEMPO – Tocca proprio a Ferronato (3’) ad aprire la partita con un tiro deviato da Bindi. Da quel momento il Varese inizia a controllare il campo per quasi mezz’ora. Una supremazia che però non porta i biancorossi in zona gol, se si eccettuano una bella percussione di Grossi che crea scompiglio in area e un destro da lontano di Lepore che si spegne di poco sopra la traversa. Poco prima della mezz’ora sale in cattedra il bomber Ferrari: al 27’ fa secco Silva, entra in area e colpisce la parte alta della traversa; al 34’ riesce a presentarsi solo nei pressi del dischetto ma è bravo Miale a sventare il pericolo in scivolata.
La prima vera opportunità per il Varese arriva al 39’: bella combinazione Ferrario-Grossi con quest’ultimo che serve di prima Lepore. L’attaccante entra in area da solo ma tira debolmente, permettendo a Fumagalli di respingere con il piede. Finisce così una prima frazione davvero poco esaltante, con uno 0-0 che rispecchia quanto visto in campo.

LA RIPRESA – Mangia rileva Grossi con Dos Santos: il brasiliano si piazza a centrocampo in modo da far avanzare Pisano all’ala destra. E come al “Mari” il Varese passa (al 3’) su un’imbarcata della difesa ospite e in particolare di Franchi. Lepore però è bravissimo: pressa il centrale piemontese, lo aggira, cade ma da terra fa secco l’incolpevole Fumagalli.
La partita riprende colore e sugli spalti i tifosi sbeffeggiano il “reprobo” Maiolo (passato al Como) il cui nome è circondato da banconote gigantesche. Il Varese si rende pericoloso ancora con Lepore, che al 13’ tocca alto da buona posizione. Piantone dà peso al proprio attacco inserendo l’ex Foglia. I biancorossi controllano e provano a ripartire con ordine e al 27’ è ancora Lepore a infilarsi in uno spazio e a impegnare il portiere.
Due minuti dopo la doccia fredda: gran tiro da fuori di Serao, palla che colpisce la traversa e rimbalza in campo. La difesa del Varese è in versione “paracarro”: tutti fermi a guardare la sfera su cui Ferrari arriva in perfetta solitudine per siglare l’1-1.
Il pareggio ha l’effetto di un anestetico per la partita, tanto che bisogna attendere il 44’ per vedere un altro pallone nei pressi di un portire. Il merito è ancora di Lepore che su punizione da 30 metri scalda le mani a Fumagalli. Mangia non ha neppure troppa invettiva, visto che attende proprio il 44’ a inserire Bilardo.
Finisce così con un 1-1 davvero poco soddisfacente, ma tutto sommato meritato.

MANGIA FURIBONDO – Ha un diavolo per capello Devis Mangia nel dopo gara. Livido in volto, passa rapidissimo in sala stampa e ne ha per tutti, a partire da Dionisi e Miale. “Oggi i centrali hanno fatto disastri colossali, sia nel primo tempo sia in occasione del gol quando hanno dormito sonni profondi”. Il mister non si complimenta neppure con Lepore: “Solo quello in 90’”. E sulla squadra: “A parte qualche discreta combinazione si è visto poco. Il Varese ha dei problemi: siamo padroni del nostro destino, vediamo ora quello che succede. Di sicuro non sono soddisfatto e sono stufo perché domenica qualcuno si dimentica quello che si prepara in settimana”.

Varese – Valenzana 1-1 (0-0)

 

Marcatori: Lepore (Var) al 3’ st, Ferrari (Val) al 29’ st.

 

Varese: Bindi; Macchi, Dionisi, Miale, Silva; Pisano, Troiano, La Marca (Bilardo dal 44’ st); Grossi (Dos Santos dal 1’st), Ferrario, Lepore. A disp.: Sampietro, Luoni, Adzaip, Pace, Guazzo,.
Valenzana: Fumagalli; Serao, Franchi, Della Maggiore, Ferrando; Serra, Ferronato, Saviozzi (Lodi dal 21’ st), Gadau (Foglia dal 16’ st); Belluomini (Briglia dal 45’ st), Ferrari. All. Piantoni. A disp.: Volante, Di Maria, Peluso, Moracchiato,.

Arbitro: Cuscito di Firenze (Arcangioli e Guiducci).
Note: cielo sereno, giornata non fredda, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Serao, Lepore, Della Maggiora, La Marca, Pisano. Calci d’angolo: 4-2. Spettatori: 1.500 circa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.