A Legnano il Palio fa poker

Quattro domeniche di festa fra manieri, Castello, dolcezza e corsa ippica dal 29 aprile al 3 giugno

 

Manieri
Aperti, Castello in festa, Dulcinea e sfilata-corsa Ippica delle
Contrade: il Palio cala i suoi quattro assi per i fine settimana fra
il 29 aprile e il 3 giugno
, data in cui sono stati spostati corteo
storico e disputa della corsa ippica per il voto amministrativo. Il
programma di questi grandi eventi allunga e intensifica il ricco
calendario di manifestazioni del 62° Palio di Legnano creando
significativi collegamenti fra due manifestazioni clou del fine
settimana e altrettante cerimonie ufficiali. I “Manieri Aperti”
si concludono, infatti, con la Traslazione della Croce e l’emissione
del bando, mentre la prima serata del Castello in Festa culmina con
l’Iscrizione delle contrade e la presentazione delle reggenze: una
saldatura, questa, che valorizza reciprocamente la particolarità
dell’evento e la tradizione della cerimonia.

Manieri
Aperti

Si
comincia il 29 aprile con il porte aperte delle otto “case” delle
contrade. Due le attrattive: l’inedita “visita” nei manieri
della Croce di Ariberto, che sarà trasportata su un carro e
scortata da cavalieri in rappresentanza delle contrade, e i momenti
di gioco, spettacolo e festa che saranno organizzati dalle 10.00 e
per tutta la giornata con compagnie di spettacolo, giullari, maghi,
arcieri, mercanti e artigiani che riprodurranno momenti di vita
medievale. Nei manieri, circa 120 bambini fra gli otto e i dodici
anni realizzeranno dei lavori a tema che saranno esposti in piazza
San Magno il 3 giugno, nella domenica del Palio. La Croce, al
termine del giro nei manieri, sarà trasferita al Castello, da
dove partirà, preceduta da un corteo di oltre cento figuranti,
alla volta di piazza San Magno, tradizionale palcoscenico della
cerimonia della Traslazione in cui il Supremo Magistrato emetterà
il bando che sancisce l’avvio del Palio 2007.

Castello
in Festa

Nel
weekend del 12 e 13 maggio il Castello di Legnano diventerà
l’ambientazione di un borgo medievale. Sul piazzale antistante
l’ingresso sarà organizzato un mercato dove rivivranno
antichi mestieri e attività artigianali. Sul retro del maniero
saranno allestiti accampamenti di armati, dove i soldati mostreranno
al pubblico le tecniche di combattimento e si misureranno in duelli.
Nel cortile del castello vari artisti si esibiranno, senza soluzione
di continuità, in danze, musiche e momenti di spettacolo. Le
contrade, da parte loro, si sfideranno in una serie di gare di
abilità e forza per aggiudicarsi il trofeo della Festa. Sabato
pomeriggio, per tutti i bambini delle scuole dell’Infanzia, sarà
rappresentata la fiaba della fata Flora. La sera si terrà la
cerimonia di Iscrizione delle contrade al Palio. Per tutto il fine
settimana, inoltre, funzionerà un’hostaria medievale sotto
il porticato del cortile. Clou della Festa sarà l’incendio
del Castello, un grandioso spettacolo di fuochi artificiali
caratterizzato da effetti pirotecnici realizzati ispirandosi ai
colori delle contrade.

Dulcinea

Il 20
maggio è data da segnare sull’agenda per tutti gli amanti
dei buoni sapori; un giorno consacrato alla dolcezza e alla
riscoperta di tradizioni quasi dimenticate. Dulcinea, evento
organizzato in collaborazione con Slowfood
, è un itinerario
nella tradizione dolciaria del Nord Italia ambientato nel Castello,
dove alla conferenza sulla cucina e le tradizioni gastronomiche
medievali si alterneranno laboratori didattici in cui sarà
possibile assistere alla realizzazione di alcuni dolci tipici. Il
percorso del gusto proporrà assaggi di dolci e abbinamenti con
vini dolci e passiti o infusi e sarà attrezzato con aree di
sosta dove apprezzare con la dovuta calma i prodotti. Per l’evento
al Castello di Legnano è prevista la presenza di decine di
artigiani e maestri pasticceri.

Giornata
del Palio

Il 3
giugno è il giorno della full immersion nelle suggestioni
medievali: la Battaglia di Legnano fra i Comuni alleati nella Lega
Lombarda e l’esercito imperiale di Federico Barbarossa rivive in
ogni momento della domenica più particolare della città.
Dalla cerimonia della Messa sul Carroccio, in programma dalle 10.30
in piazza San Magno, cui seguirà l’investitura religiosa
degli otto capitani di contrada e la benedizione dei fantini e dei
cavalli; al corteo storico, la sfilata che vede oltre 1200 figuranti
in costume medievale attraversare Legnano dal centro cittadino allo
stadio Giovanni Mari; alle cerimonie sul campo di gara, la carica
della Compagnia della Morte, gli onori al Carroccio e il volo dei
colombi per giungere alla disputa del Palio ippico, la gara
strutturata in due batterie e finale che assegnerà in custodia
per un anno alla contrada vincitrice la Croce di Ariberto
d’Intimiano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.