A Samarate “C’è posto per tutti”

Una settimana di eventi, incontri e spettacoli per l'integrazione dei disabili

Una settimana di spettacoli, mostre e incontri incentrati sul tema delll’integrazione dei disabili. È quanto propone il Comune di Samarate dal 14 al 22 aprile, in collaborazione con enti e associazioni che operano in questo ambito,quali la Fondazione Zaccheo, il Centro dell’Amicizia, SFA (Servizio di Formazione all’Autonomia, gestito dalla coop Solidarietà & Servizi), il Centro diurno disabili e l’associazione Le Gocce. Tutti insieme per dimostrare, se mai ve ne fosse bisogno, quanto «sempre più la disabilità da problema si fa risorsa» come osserva Massimo Sangalli, responsabile di SFA.

Il vicesindaco e assessore ai servizi sociali Paolo Bossi cita la peculiare attenzione di Samarate verso la disabilità: «Ben cinque gruppi e associazioni in una città di 15.000 abitanti, è un dato significativo». Partendo da questa base, da sabato 14 a domenica 22 aprile si susseguiranno eventi quotidiani, sempre con le capacità umane, lavorative e sportive dei disabili come filo conduttore. Spicca subito la mostra fotografica su Disabilità e Sport di domenica 15 in piazza Italia, organizzata con l’AFI (Archivio fotografico italiano) e che vedrà la presenza del Camper Disabili della regione Lombardia, punto di informazione sulle attività del Pirellone in materia. Sempre domenica 15 si apre nel parco di Villa Montevecchio, fra il centro diurno disabili e l’edificio che ospita SFA, la mostra "C’è posto per tutti", che esporrà insieme per una settimana, a simboleggiare lo spirito dell’accoglienza, le sedie prodotte dai ragazzi seguiti dal servizio e altre prodotte da vari artisti che hanno accettato l’invito a presentare una propria creazione.

Mercoledì 18 alle 21 la Sala della Parrocchia San Rocco ospiterà un incontro su sport e disabilità con la presenza di vari campioni – fra questi il karateka non vedente Manuel Finessi, il campione mondiale di sci nautico Daniele Cassioli, la squadra di Wheelchair Hockey degli Skorpions Varese con il capitano Claudio Carelli; possibile anche la presenza di elementi dell’Armata Brancaleone, la squadra varesina di Ice Sledge Hockey (hockey su ghiaccio per disabili) nata, come racconta il giornalista Roberto Bof che condurrà la serata, fra improvvisazione ed entusiasmo nel periodo precedente le Paralimpiadi di Torino.

Singolare l’appuntamento previsto per venerdì 20 aprile: una cena "al buio" servita dall’associaizone non vedenti "Disabilincorsa" al Pulcinella di San Macario. La sera successiva sarà il salone dell’oratorio di Verghera ad ospitare "Silenzio Buffo", spettacolo di mimo con attori sordomuti della compagnia "Senza Parole". La chiusura di questa settimana di eventi, domenica 22 aprile, sarà preceduta da un match di basket in carrozzina con atleti della Sport Handicap Varese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.