Arrestato per usura: assegni e conti da migliaia di euro

La Gdf ha fermato un 61enne che aveva riscosso 13mila euro ma secondo i militari faceva lo strozzino da diverso tempo

Ancora usura nel Varesotto. Arrestato un 61enne che da anni, secondo le accuse, pratica lo strozzinaggio. I militari del Nucleo mobile della Guardia di finanza di Varese lo hanno fermato mentre prendeva 13.200 euro da un imprenditore, nel centro di Malnate; si trattava di un anticipo per interessi usurai. I due si erano visti un bar.  Gli agenti li hanno aspettati fuori e seguiti, poi sono entrati in azione, bloccando l’uomo accusato di usura. 

Si tratta di Luigi Santoro, un ex dipendente della poste di 61 anni. Indosso aveva due assegni bancari di 9mila e 4.200 euro. Soldi richiesti per aggirare la normativa antiriciclaggio che prevede l’apposizione della clausola "non trasferibile" e le generalità del beneficiario.

I militari, su disposizione del pm Luca Petrucci, gli hanno perquisito la casa e sequestrato titoli di  credito per oltre 290mila euro. Sono stati sequestrati anche altri 48mila euro di titoli e conti bancari per oltre 135mila euro, a seguito di un altro provvedimento dell’autorità giudiziaria.

Secondo la Guardia di finanza, Santoro praticava l’usura da diversi anni, con tassi di interesse di oltre il 100% mensile. Sono state inoltre individuate altre vittime e acquisite copie di documentazione rinvenuta nel corso dell’indagine. Non si escludono sviluppi

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.