Autisti autobus in sciopero per difendere il posto di lavoro

Lavoratori delle FNMA incrociano le braccia spontaneamente da due giorni: «Vogliono tagliare 30 posti di lavoro in condizioni già precarie per contratti e sicurezza»

«Stiamo assistendo a uno smembramento delle linee e dei posti di lavoro». Sono sul piede di guerra gli autisti delle Ferrovie Nord Milano Autoservizi di Saronno e Tradate che da giovedì sono in sciopero spontaneo per proteggere il posto di lavoro di 30 colleghi. La questione riguarda le tratte Saronno-Seveso e Seveso-Copreno che però coinvolgono tutti i lavoratori. «La gestione è che l’azienda vuole eliminare queste linee perché dicono che non servono più a nessuno e quindi si perdono anche 30 posti di lavoro – spiegano adirati i lavoratori della Stazione di Tradate -. Ma non si tratta solo di questo, anche le condizioni di lavoro non sono mai state così precarie, insicure e pericolose in trent’anni di carriera».

Nel mirino dei lavoratori quindi, il contratto, la questione che nei tragitti e sui mezzi non si lavora in sicurezza: «Né per noi autisti, né per gli utenti. Si deve fare qualcosa per garantire un servizio adeguato. Dal 1997 abbiamo assistito a una malgestione dell’azienda che ha portato alle condizioni di oggi. Adesso per esempio hanno prorogato il servizio di queste linee fino al 10 giugno, al termine delle scuole, poi molti verranno lasciati a casa per almeno 3 mesi e non si sa se quelle linee riprenderanno a funzionare, se saranno avviate le procedure di licenziamento».

«Noi stiamo solo cercando di far valere i nostri diritti di lavoratori – spiegano gli autisti -. Abbiamo uno stipendio medio di 1.100 euro al mese, nessuno qui prende stipendi da dottore. Ma facciamo orari dalle 5 di mattina alle 2 di notte, mangiando un panino al volo perché ci sono le scuole da servire. Le condizioni sono davvero drammatiche. E poi adesso rischiamo anche di prendere una multa solo perché abbiamo alzato la voce e vogliamo difendere il posto di lavoro dei colleghi, non è giusto».
Nella giornata di venerdì dovrebbe esserci una riunione tra i lavoratori e la proprietà dell’azienda per capire quale sarà il futuro dei dipendenti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.