“Basta con gli ordini e le minacce. Il candidato lo scegliamo noi”

Spaccatura tra il club cittadino di Forza Italia e la segreteria provinciale sulla scelta del candidato sindaco

Due candidati, un partito e una poltrona. La vicenda malnatese della candidatura a sindaco per il centrodestra è giunta al suo epilogo: Forza Italia avrà due candidati. Da una parte Sandro Damiani (foto a sinistra), sostenuto dal club azzurro cittadino,  dall’altra  Elia Azzalin (foto sotto), sostenuto dalla segreteria provinciale di Forza Italia.

All’affermazione di quest’ultimo di essere il vero depositario del marchio di Forza Italia a Malnate, il presidente del club azzurro cittadino, Giuseppe Magnaghi, risponde: «Il Club di Forza Italia di Malnate conferma quanto espresso dalla segreteria provinciale di Forza Italia nel senso che la decisione di appoggiare la candidatura di Sandro Damiani è autonoma e non concorda con essa. Ora il club e la stessa città di Malnate attendono di sapere quali ragioni profonde hanno spinto il provinciale di Forza Italia a spaccare la Casa delle Libertà con il rischio di riconsegnare Malnate ad una politica che ha deluso la stessa sinistra. Principalmente la costituzione della casa della libertà è disposizione dettata dallo stesso presidente Silvio Berlusconi e noi non intendiamo tradirlo, nemmeno davanti ai suoi probiviri. Pertanto è da ritenere chiusa la fase degli ordini e delle minacce ed aperta la fase politica di fronte alla città ed ai malnatesi».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.