Bollette Enel: il movimento difesa del cittadino pronto a dar battaglia

Parte la campagna per il recupero delle commissioni bancarie e postali pagate dal 2000 al 2006 da circa 30 milioni di utenti Enel

Riceviamo e pubblichiamo

Il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) lancia la campagna per il recupero delle commissioni bancarie e postali pagate dal 2000 al 2006 da circa 30 milioni di utenti Enel (un totale stimato attorno a 775,2 MLN di euro). Dopo la multa di 11,7 milioni di euro che il Movimento Difesa del Cittadino ha fatto irrogare dall’autorità per l’energia elettrica e il gas all’enel per la mancata informazione circa la possibilità di pagamento delle fatture senza oneri, l’associazione MDC di Varese, con sede in Gallarate (VA) mette a disposizione degli utenti il modulo di richiesta da compilare ed inviare alla sede nazionale che provvederà all’inoltro. Dal settembre 2000 al febbraio 2006 gli utenti sono stati costretti a pagare da 1 a 2 euro per ogni bolletta Enel, quando invece potevano effettuare il pagamento senza questo balzello: il Movimento Difesa del Cittadino ha calcolato che ogni utente Enel avrà diritto a un rimborso totale dai 25 ai 30 euro. I responsabili dell’associazione sono disponibili a dare tutte le necessarie informazioni presso la propria sede in Gallarate P.zza Diaz, n. 5, tel 346 3992154

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.