Busto Civitas: «La famiglia nostro faro di riferimento»

Il presidente Marelli ribadisce la posizione del movimento sull'addizionale Irpef e la necessità di rimodularla per chi ha minori o disabili a carico

«Busto Civitas non naviga a vista: la sua rotta è segnata da alcuni fari ben precisi, tra cui quello della famiglia». Lo dichiara Alessandro Marelli, presidente del movimento, riprendendo le vicende degli ultimi giorni. La prposta di Busto Civitas per innalzare il tetto d’esenzione dall’Addizionale comunale Irpef per nuclei familiari con minori o disabili, utilizzando strumenti quali il redditor medio familiare e il quoziente familiare, non era stata accettata in sede di votazione del bilancio. Ciò per due ordini di motivi: la mancanza di disposizioni precise in materia da parte del governo,e la carenza di dati specifici aggiornati, che forse si riuscirà a procurarsi quest’anno. Non è escluso che nel bilancio del 2008 si riesca dunque a dare seguito alla proposta di Busto Civitas: un ordine del giorno della Giunta, predisposto dall’assessore al Bilancio Cattaneo, che ne recepiva la sostanza, ponendo le basi per un possibile itnervento di questo tipo fra un anno, è passato.

Marelli comunque resta amaro: «Ci hanno detto di no senza provvedere minimamente a mitigare il provvedimento. In compenso, a chi cercava poltrone non hanno detto di no» prosegue polemico, riferendosi ai torbidi di lunedì sera che all’ultimo momento hanno messo a rischio l’approvazione del bilancio. «La nostra proposta era trasversale: da Rifondazione a importanti settori della maggiroanza avevamo trovato ascolto ed attenzione sulla tematica centrale e condivisa della famiglia. Faccio notare, infine, come le amminsitrazioni precedenti (in cui Marelli sedeva in Giunta, ndr) non avessero mai applicato l’addizionale Irpef, cercando di stilare bilanci meno pesanti per le tasche dei cittadini».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.