Busto Civitas-Udc, questo matrimonio s’ha da fare

«Un accordo fondato sui valori comuni» concordano Luigi Rosa e il segretario provinciale Udc Calegari; «porteremo in provincia le istanze locali» promette il candidato "civista" Giovanni Battista Gobbi

Busto Civitas e Udc provinciale hanno presentato oggi in conferenza stampa il candidato "civista" che correrà alle elezioni provinciali nella lista dell’Udc: è Giovanni Battista Gobbi (foto sotto), candidato nel collegio Borsano-Sacconago. L’incontro pubblico, oltre che a presentare Gobbi, era volto a precisare i termini dell’accordo fra le due forze politiche.

«L’accordo si basa sulla comunanza di valori» ripetono in coro l’ex sidnaco di Busto Arsizio Luigi Rosa e il segretario provinciale Udc Stefano Calegari. «Non era questione di nomi nè di poltrone, come altri sostenevano» rimarca Rosa, «tanto che noi prima di tutto non avevamo fatto nomi; poi, pur essendo emersi dalle elezioni comunali come la seconda forza cittadina, non abbiamo avuto mai alcuna prebenda dalla corrente amministrazione, e soprattutto non l’abbiamo chiesta, nè ce ne siamo mai lamentati. Questi sono fatti, le parole stanno a zero. Pensiamo piuttosto, con questa operazione, di portare a livello provinciale le nostre istanze». Istanze che un candidato come Gobbi dovrebbe saper affrontare con una certa competenza, avendole seguite di persona per lungo tempo: convenzione con Accam, piano provinciale rifiuti, futuro scalo intermodale gomma-ferro di Sacconago sulla linea FNM Milano-Novara. «Non avremo posizioni pregiudiziali» promette l’ex sindaco, «il nostro ruolo sarà propositivo: per lo scalo esigeremo che i sia confronto e condivisione dei progetti coi residenti di Sacconago e Madonna Regina; sul piano provinciale riifiuti non possiamo non sottolineare che ancora adesso non si concoscono le osservazioni fatte dalla Regione al piano stesso».

Gobbi, tra i fondatori di Busto Civitas, si dice onorato della candidatura a consigliere provinciale offertagli, e ribadisce che lo spirito animatore del suo impegno sarà quello di partire dalle persone al livello locale e portarne le opinioni, i bisogni, i timori al livello provinciale. Il rischio di trovarsi eventualmente a votare contro la maggioranza di cui andrebbe a far parte in caso di elezione, e proprio sui temi che caratterizzano l’azione locale di Busto Civitas, non lo tocca: «Non credo che si arriverà a tanto» conclude tranquillo. Ma è proprio questo lo scenario paventato da quanti nel centrodestra hanno criticato l’accordo per poi dire no ai nomi di Luigi Rosa, Alessandro Marelli e Carlo Fontana. Calegari, al vertice dell’Udc provinciale, non si scompone: «Abbiamo accolto con tranquillità le reazioni degli altri partiti della CdL, semmai ne abbiamo fatto motivo di riflessione e confronto al nostro interno e con Busto Civitas, un confronto da cui è sortita la candidatura di Gobbi – e sia chiaro che al momento dell’accordo noi non avevamo un nome già definito su cui puntare, l’accordo era ed è di principio. Certo la nostra scelta di valorizzare l’esperienza sul territorio di una lista civica radicata e dal peso elettorale significativo come Busto Civitas è importante». È proprio sul radicamento locale che si punta: Busto Civitas è forte a Borsano, anche per le note vicende dell’amministrazione Rosa e di Accam, e potrebbe dare quel qualcosa in più ai risultati elettorali del partito di Casini – partito che dovrà peraltro parare anche gli affondi di un Polo civico di centro, "mina vagante" di questo voto, a caccia di consensi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.