«Caro sindaco, non dimentichi la Via Crucis dei pendolari»

L'obiettivo del consigliere dell'Ulivo Berteotti resta quello di far fermare a Busto tutti i Malpensa Express

La stazione bustese delle Ferrovie Nord è stata teatro di aspre discussioni negli ultimi anni, L’intera area è a dire il vero oggetto di attenzione: si attende con impazienza di vedere il progetto dell’architetto Mario Botta per la risistemazione urbanistica della zona; un progetto davvero degno di tanto autore, a detta dei consiglieri che l’hanno visonato in sessione riservata. Ma al di là di questo grande temi restano le "piccole" problematiche quotidiane. La sicurezza, con le reiterate denunce di danneggiamenti e furti di biciclette, seguite da interventi delle forze dell’ordine; l’inesausta querelle del parcheggio affidato ad Agesp e reso a pagamento; infine la questione del Malpensa Express che si intende far fermare a Busto sempre, e non una volta ogni ora soltanto.

Oggi è Alessandro Berteotti, consigliere comunale dell’Ulivo e storico difensore della sua categoria – quella dei pendolari – a richiamare l’attenzione su quest’ultimo problema con una lettera aperta al sindaco, «non a caso» di Venerdì Santo, giorno che, «senza intenzione blasfema, ricorda la via crucis quotidiana che i pendolari devono subire per raggiungere il posto di lavoro o di studio». Alle lettere inviate finora e pubblicate sul sito http://www.alessandro.berteotti.name in gran parte non vi è stata risposta, lamenta il consigliere, ricordando che fu il sindaco Farioli stesso a dichiarare che, dopo tutti i soldi spesi per la nuova stazione e i disagi sopportati dai residenti di via Gioberti e dintorni, è un diritto dei cittadini quello di veder migliorare i colegamenti ferroviari. A questo si aggiungano le numerose firme raccolte anche dalla petizione online per la seconda fermata oraria del Malpensa Express, «fra cui quelle di cittadini molto conosciuti in città garantiscono la rilevanza della richiesta, ed un valore aggiunto molto superiore rispetto allo stesso numero di firme raccolte».

Che il disagio esista è prova il fatto che anche questo mese è stato concesso, per l’ennesima volta, il bonus ai pendolari della linea Milano-Novara di LeNord, segno inconfutabile di problemi persistenti sulla linea e che ci costringono a quotidiani sacrifici, nel lavoro, nello studio e nel tempo libero»: questo ricorda Berteotti. «Non a caso è la ripresa odierna di questo tema, perché con la delibera di istituire l’addizionale comunale IRPEF Lei e la sua Giunta non avete più scusanti nei confronti dei lavoratori pendolari, unici veri limoni italici da spremere da parte di tutte le Amministrazioni per rimpinguare le proprie finanze; ed allora non ci sono più alibi per non difendere una categoria che Le chiede di avere la possibilità di utilizzare al meglio le risorse del territorio, in questo caso per quanto riguarda la mobilità ferroviaria ed i parcheggi di servizio». Ciò visto e considerato, Berteotti si pone a disposizione del primo cittadino per una eventuale visita ufficiale all’Assessore regionale ai Trasporti Raffaele Cattaneo, a sua volta già edotto del problema da una lettera con allegate le firme raccolte.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.