Come esternalizzare i servizi? Ne parla la comunità montana

In un convegno della comunità montana Valcuvia si tratteranno i temi dell'esternalizzazione dei servizi. Esperti e casi che fanno scuola a confronto

L’esternalizzazione dei servizi degli enti pubblici è sempre più frequente. Le amministrazioni si sgravano di compiti che costano sempre di più e che molte società private o cooperative sono pronte ad affrontare a minor costo. La comunità montana della Valcuvia approfondirà il tema con un convegno che si terrà domani 20 aprile a partire dalle 10 fino alle 16,30 all’interno del convento dei padri passionisti di Caravate.

Il mutato assetto normativo, il ricorso sempre più esteso a forme di esternalizzazione di funzioni e servizi, il processo di liberalizzazione e privatizzazione in atto, pone infatti gli Enti Locali in una posizione strategica di sviluppo, imponendo agli stessi l’individuazione di strumenti maggiormente idonei per il conseguimento degli obiettivi di efficienza, efficacia e qualità della gestione.

 Una sfida dunque, che le Autonomie Locali possono fronteggiare solo attraverso processi di riorganizzazione delle finalità, delle logiche comportamentali e degli assetti strutturali delle Amministrazioni, in relazione agli obiettivi specifici da raggiungere; azioni complesse che richiedono un’analisi di mercato e la redazione di un piano di fattibilità economico-finanziaria.

«Comunità Montana da sempre agisce con forte impegno per individuare soluzioni concrete volte a far fronte alla crescente complessità delle competenze trasferite ai singoli comuni, attivando adeguati servizi sovracomunali e associati. Questa nuova iniziativa – spiega il Presidente Marco Magrini – nasce dalla volontà di mettere a disposizione dei Comuni competenze specialistiche di alto livello in grado di definire metodologie, valutazioni e parametri delle attività e dei servizi da esternalizzare».  Evoluzioni normative, public project financing ed esperienze già sperimentate saranno al centro della conferenza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.