Coppie in testa e folla in coda

I gironi a di C1 e C2 hanno due capoliste, rispettivamente Grosseto-Sassuolo e Nuorese-Legnano. Pro Patria e Varese devono soffrire fino alla fine

Due pareggi per le varesine impegnate nei campionati di serie C. Un bel 2-2 portato a casa dalla Pro Patria, un deludente e sfortunato 1-1 per il Varese. La situazione è sempre in bilico, con i bustocchi e i biancorossi ad un punto dalla salvezza. 

Nel girone A di serie C1 due squadre sono in testa, Grosseto e Sassuolo. I modenesi hanno infatti battuto nel recupero di campionato i toscani con un 2-1 che li proietta al vertice. Domenica nel 29° turno la neopromossa era stata bloccata sullo 0-0 dal Padova, mentre il Grosseto aveva vinto 1-0 sui corregionali toscani. In zona playoff Pisa e Monza hanno pareggiato 2-2 e restano agganciate ai primi, rispettivamente a quota 49 e 48 punti contro i 51 delle capolista. Padova e Venezia rimangono a 45 punti dopo i pareggi con Sassuolo e Pro Patria, incalzati dal Cittadella, fermato sul pari dal Pavia. Lucchese e Novara veleggiano tranquille a 39 punti, seguite da Pistoiese a 37 e Sangiovannese (4-0 sul terreno della Cremonese) a 36. Massese, Cremonese e Pro Sesto rischiano a quota 33, uno più della Pro Patria e due soli più dell’Ivrea. Penultimo il Pavia e ultimo il Pizzighettone, a 25 e 23. Nelle retrovie le due Pro sembrano le squadre più in forma, mentre la Cremonese è totalmente indecifrabile: vince con le grandi, poi ne prende 4 in casa con la Sangiovannese, complicando la lenta ma costante risalita delle ultime giornate. Nella lotta per salvarsi senza playout sono in cinque: tre andranno nel baratro, due sole potranno gioire. Quintultimo turno con Sangiovannese-Grosseto, Pro Patria-Sassuolo, Ivrea-Pisa, Monza-Cittadella, Padova-Massese, Pavia-Lucchese, Pistoiese-Pizzighettone, Cremonese-Novara, Venezia-Pro Sesto.  

Nel girone A di serie C2 nulla di fatto nel big match tra Nuorese e Legnano: le due di testa si sono divise la posta in un incontro senza troppi stimoli. Ora, a soli due punti, si affaccia il Pergocrema, ancora vittorioso a dispetto di chi voleva i cremaschi in crisi: vittima di giornata il Portogruaro, battuto 1-0 in veneto. Bassano e Lecco restano lì, a soli 3 punti dalla vetta, grazie alle vittorie rispettivamente contro Pro Vercelli e Biellese. Cade l’Alto Adige in casa contro la Sanremese, in crescita continua, e i sudtirolesi perdono una ghiotta occasione per rimanere agganciati alle prime. Perde ancora la Valenzana, formazione altalenante come poche, sconfitta 1-0 in casa da un’altra pericolante, il Montichiari. A metà classifica il Carpenedolo vincente contro il Cuneo supera la Pro Vercelli e stacca la Sassari Torres, fermata sullo 0-0 dall’Olbia. Poi le pericolanti: il Lumezzane è a quota 35, seguito da Portogruaro e Olbia a 34, Cuneo a 33, Montichiari e Varese a 32, Sanremese a 27 e Biellese a 23. I biancorossi di Mangia hanno perso un’altra occasione in casa contro il Lumezzane: 90 minuti di assoluto dominio, giocando non benissimo, ma creando almeno 4 palle gol limpide, due gettate al vento dal Del Sante, altre sbagliate per troppa foga. Il cammino a questo punto si fa duro, con sole 5 gare da giocare contro formazioni messe meglio in classifica. Le partite di domenica: Bassano-Biellese, Cuneo-Lumezzane, Lecco-Sassari, Legnano-Portogruaro, Montichiari-Pergocrema, Nuorese-Sanremese, Olbia-Alto Adige, Pro Vercelli-Varese, Valenzana-Carpenedolo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.