Derubato Amedeo Colombo, il “papà di Varese 2008″

Il furto è avvenuto alla Mic spa nella notte tra mercoledì e giovedì

Non è stato il furto di due milioni di euro in gioielli, orologi e monili di valore, a gettare nello sconforto Amedeo Colombo, il “signor Shimano”, presidente di «Varese 2008 Spa», bensì il fatto che tra quei monili ci fossero oggetti di “inestimabile” valore sentimentale.

Amedeo Colombo ha saputo del furto, avvenuto alla Mic spa di via Quasimodo a Legnano nella notte tra mercoledì e giovedì, mentre si trovava all’estero. E la sorpresa è stata enorme.
Anche perché i ladri, forse sei, hanno agito indisturbati per alcune ore all’interno della stessa azienda. Il colpo è stato messo a segno negli uffici della società con 35 dipendenti specializzata nella distribuzione di ricambi e componenti per biciclette di grandi marche. Ad agire sono stati ladri professionisti: prima di entrare negli uffici, hanno avuto cura di neutralizzare il sistema d’allarme interno ed esterno.
Una volta entrati hanno raggiunto l’ufficio di Colombo e utilizzando una schiuma particolare sono usciti ad estrarre la cassaforte dal muro. Poi, usando un muletto, l’hanno trasportata in un capannone adiacente e lì con leve e cunei d’acciaio sono riusciti a forzarla. I malviventi non hanno risparmiato neppure le coppe e le targhe collezionate da Amedeo Colombo in tanti anni di passione ciclistica. A scoprire il furto, sono stati i dipendenti della Mic quando, giovedì mattina, hanno visto la cassaforte aperta e abbandonata.
Amedeo Colombo, come si diceva, è presidente di «Varese 2008 Spa», la società creata per organizzare i prossimi mondiali di ciclismo su strada, che si correranno a Varese dal 23 al 28 settembre del prossimo anno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.