Design, architettura e “camere con vista”: tutti pazzi per il Salone del Mobile

Dal 18 al 23 aprile un ricco calendario di mostre e manifestazioni per accompagnare l’appuntamento fieristico più atteso dal pubblico italiano

Tutto è pronto. Da domani, mercoledì 18 aprile, e per una settimana, Milano si trasforma nella capitale mondiale del design, dell’architettura e dell’arredamento. In calendario, accanto al prestigioso “Salone del Mobile” una ricca serie di appuntamenti volti a dar voce non soltanto ai grandi autori e ai marchi più prestigiosi, ma anche alle giovani promesse e alle scuole in questo senso più promettenti. Tutti insieme nella grande manifestazione “Fuorisalone”, che, per quest’anno, si accompagnerà alla rassegna “Milano, l’identità creativa”, organizzata per la prima volta dal Comune di Milano con l’obiettivo di coinvolgere – o forse sarebbe meglio dire “sconvolgere” – l’intero territorio del capoluogo lombardo.

“La nostra città – ha commentato il sindaco Letizia Moratti in occasione del lancio dell’iniziativa – vuole  affermare la propria volontà di continuare a essere un punto di riferimento per mondi che si confrontano su frontiere di ricerca, di innovazione e di arte. Milano non vuole essere solo Capitale degli affari, dell’economia, del business, ma anche grande Capitale Internazionale della cultura e dell’arte.”

Fra gli eventi clou la grande mostra “Camera con vista – Arte e interni in Italia 1900 – 2000”, in programma dal 18 aprile all’1 luglio a Palazzo Reale. Nata per le cure di Claudia Gian Ferrari e Luigi Settembrini e realizzata da Fondazione Cosmit Eventi con il contributo del Comune di Milano, la rassegna sarà occasione di riscoperta del clima e del gusto che hanno animato e ispirato la grande cultura italiana dell’arte e del design del secolo scorso e fino ai nostri giorni: in esposizione dai pittori divisionisti e futuristi ai grandi maestri del Novecento, passando per le neoavanguardie degli anni Settanta, il tutto con una particolare attenzione ai protagonisti del postmoderno degli anni Ottanta e ai più giovani talenti oggi affermati a livello internazionale. Accompagnati da suggestive “finestre musicali”  con le più conosciute melodie italiane degli ultimi venti/trent’anni, i visitatori si ritroveranno al centro di un mondo in cui la realtà rappresentata nelle tele di Mario Sironi, Filippo de Pisis, Felice Casorati e Giorgio de Chirico corrisponde a quella dei mobili e degli “interni” progettati e realizzati da Bugatti, Gio Ponti, Piacentini. Da non perdere anche i progetti visionari di Sant’Elia e i mobili di Giacomo Balla, la splendida scrivania di Portaluppi, il curiosissimo armadio di Ulrich che ospita perfettamente l’ancor più curioso e originale guardaroba di D’Annunzio. E poi gli uffici proto-razionalisti di Gualino e di Giuseppe Pagano, uno studio modernista di Gio Ponti del 1935, le lampade spazialiste dei fratelli Castiglioni e di Gino Sarfatti, un ambiente riduzionista con arredi “a specchio” di Nanda Vigo, il design povero dei mobili autocostruiti di Enzo Mari e molto altro ancora.

Fra gli altri appuntamenti “Avverati”, ovvero il Salone dei giovani designer (dal 18 al 23 aprile, orario 10.00 – 19.30, ingresso libero) che festeggerà, a Rho-Pero, i suoi primi dieci anni.  E ancora “Cowparade”, mitica “parata” fra le vie del centro di originali “mucche d’autore” in vetroresina (dal 14 aprile al 17 giugno 2007),  ma anche “Racconti di luce”, mostra evento allestita presso la Loggia dei Mercanti di piazza Duomo per riproporre un viaggio attraverso le ”culture della luce” che l’edificio ha incontrato nel corso dei secoli e che incontrerà nel suo futuro: dalla fiamma alla luce a gas a quella elettrica fino a quella tecnologicamente più all’avanguardia.

That’s Design!, progetto nato dalla collaborazione tra Domus Academy, Il Consorzio POLI.design, la Facoltà di Design e il Dipartimento INDACO del Politecnico di Milano e ZOT srl, raccoglierà negli spazi di Superstudio 13 e Industria Superstudio (orario 10.00 – 22.00, location situate in Via Forcella 13 e Via Bugatti 5) e per tutta la durata del Salone del mobile ventitre tra le più prestigiose scuole di design del mondo, provenienti anche da Cina, Cile, Corea, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Olanda, Repubblica di San Marino, Svezia e Taiwan. E domenica 22 aprile, dalle 21.00 alle 02.00 (orario “ufficioso” di chiusura) il gran finale della design week milanese  presso BaseB (Via Lambruschini 36) con musica, proiezioni, curiosi scatti fotografici e installazioni multimediali con riferimento alla manifestazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.