Dieci ettari di bosco andati in fumo

L’incendio è stato spento grazie all’azione di tre elicotteri e un Canadair. Il Corpo forestale dello Stato indaga sulle cause, quasi certamente di origini dolose. In serata altre fiamme

Ci sono voluti ventitrè lanci di acqua dal Canadair (foto: Marco Bianchi), partito da Genova, ma alla fine l’incendio scoppiato questo pomeriggio, 12 aprile, all’Alpe Tedesco è stato domato. In tutto migliaia e migliaia di litri d’acqua sono stati scaricati sui monti della Valganna per l’incendio che ha distrutto dieci ettari di verde andando a minacciare alcune case e una baita, per fortuna salve grazie all’impegno di volontari, pompieri e agenti del Corpo forestale dello Stato. Spetterà a questi ultimi risalire alle cause precise del rogo, spento attorno alle 19.30, quando gli ultimi focolai sono stati domati ed è partita la bonifica da parte delle squadre della protezione civile. Ma di certo non sarà un lavoro facile capire chi è stato ad appiccare le fiamme questo pomeriggio: assai probabile la natura dolosa dell’incendio con un precedente che risale solo a ieri, 11 aprile. Per fortuna nel rogo di mercoledì sono andati distrutti solo 500 metri quadrati di bosco.
Sta di fatto che l’intervento per domare le fiamme è partito attorno alle 14. Anche i vigili del fuoco sono intervenuti per operare nella zona, a causa del pericolo per le abitazioni, poi scongiurato dall’intervento degli elicotteri e dell’aereo che ha arginato l’avanzare delle fiamme, comunque aiutate dal vento. Alla fine le fiamme si sono fermate grazie anche alla presenza di antiche strade militari che hanno permesso l’arrivo sul posto del personale, arginando allo stesso tempo l’avanzare delle fiamme.
In tarda serata i vigili del fuoco sono dovuti nuovamente intervenire per tenere a bada altre fiamme sviluppatesi nei pressi dell’incendio che si credeva spento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.