E chi sporca, paghi!

Tante le risposte al nostro quesito. Vincono i duri: punire chi non ha rispetto della città

Diciamolo: non ci andate leggeri con chi sporca la “vostra” città.
Al nostro sondaggio (Come pulire Varese?) avete risposto, come sempre, numerosi. E il 48 % ha scelto la via del pugno di ferro: nessuno “sconto di pena” per chi abbandona bottiglie di Bacardi Breezer in corso Matteotti, oppure svuota la vescica sui marciapiedi della Camera di Commercio. Avete invocato multe, sempre e pesanti, per chi sporca il centro città. Però c’è anche un numero consistente di lettori di Varesenews che potremmo definire ottimista–buonista che investe la famiglia del ruolo che poi dovrebbe avere, ovvero quello di educatrice.
Insomma: tanti calci nel sedere, come invoca Del Frate nella sua lettera, ai figli che lasciano le carte di caramella sui divani, potenziali “voncioni”, irrispettosi della loro città.
Per finire, in pochi metterebbero più cestini e più servizi in centro città (forse credono siano inutili…) e pochissimi chiedono  più spazi per il divertimento dei cittadini.
Il sondaggio è sempre a vostra disposizione. Votate, votate, votate!

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.