E se a sporcare è chi ha la puzza sotto il naso?

Chi vive il centro, e la provincia, si lamenta. Ma quali sono le soluzioni al degrado? Prosegue il dibattito

Varese è una città sporca, sulla via del degrado e devastata ad ogni weekend. Questa è stata la denuncia di un nostro lettore, Bak2, che ha immediatamente scatenato il dibattito tra i lettori. Mentre da una parte si dovrebbe essere soddisfatti per una città viva, e piena di giovani, forse la mancanza di strutture come bagni pubblici (e secondo altri la mancanza di senso civico) non rende sostenibile la situazione attuale. Che la piazza non sia pulitissima, è un sentimento diffuso tra i lettori. Alla lettera di Bak2 sono arrivati i plausi di molti, come Paolo Senaldi ma anche Enzo R. Laforgia.

Secondo il nostro lettore F.G., poi, le nostre strade oltre ad essere sporche sono anche malfamate, come tutta via Milano che «Risulta pressochè impercorribile a piedi da una donna sola a quasi tutte le ore della giornata». Lui, ormai, preferisce scortare sua madre, la sorella o la ragazza in città, perchè teme spiacevoli incontri.

Ma non tutti vedono la situazione in modo così drammatico. Tra questi un nostro giovane lettore che chiede di evitare eccessive generalizzazioni, ricordando che «Ogni week-end affluiscono in quella piazza migliaia di giovani che non hanno nient’altro da fare, ma la maggior parte di essi sono persone civili ed educate». La soluzione? Secondo lui è quella di non costringere i ragazzi a rimanere seduti sul bordo della fontana, dando loro degli spazi appositi, come centri culturali, musicali e sportivi. Non sarebbe male avere, ad esempio, almeno uno skate-park.

E, per evitare semplici criminalizzazioni politiche, alcuni di voi fanno notare che questi problemi non riguardano solo la città, ma l’intera provincia. Una provincia che, come fa notare con acume Cesare Chiericati, vorrebbe fregiarsi del titolo di "Land of Tourism". L’appellativo di Città Giardino sembra ormai una menzogna, secondo Mario Chiodetti.

Il dibattito, ovviamente, prosegue. Varese è realmente una città (e una provincia) sporca? Perchè? E poi, quali possono essere le soluzioni a questo problema? Per farlo potete inviare una mail al nostro direttore, all’indirizzo direttore@varesenews.it. Oppure potete partecipare al nostro sondaggio.

Tra le lettere giunte in redazione segnaliamo anche quelle di Claudio Del Frate, Franco Tettamanti e Felice Griffi.


Le lettere giunte in redazione, cronologia del dibattito:

La battaglia persa contro i “vunciuni” del weekend

Una piazza da schifo

Urina e traffico. Il degrado è diffuso in tutto il centro

Degrado della città

Non siamo vuncioni

Iniziamo a pulirla questa Land of tourism

Senza sentimento alcuno

Varese, forse…

La città sporca

Centro città: non rimpiangere il dormitorio

Piscio&Vomito

La città è sporca? Servono delle leggi

Combattiamo il degrado con uno scatto

Sono un pollo?

Ha ragione Del Frate

La piazza è un po’ sporca, ma gli armadi della città giardino sono pieni di scheletri

Guardiamo sotto al tappeto del "salotto bene"

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.