«Era di Sesto Calende il volto politico del Papa Buono»

Secondo Marco Roncalli, intervenuto alla biblioteca di Tradate, occorre rivalutare la figura di Angelo dell'Acqua, sostituto di Stato di Giovanni XXIII

«Per capire meglio Papa Roncalli, si deve riscoprire soprattutto la figura di Angelo Dell’Acqua, che tra l’altro era proprio originario di queste parti, di Sesto Calende». Marco Roncalli, ha presentato giovedì sera, in biblioteca a Tradate, il libro edito da Mondadori dal titolo “Angelo Giuseppe Roncalli, una vita nella Storia”. L’autore, il cui nonno era il fratello del Papa Buono, ha ammesso di aver sempre vissuto con questa «bellissima storia, quasi una favola, di avere un pontefice in famiglia. Ne è venuto naturale, dopo aver affrontato varie fasi nella vita, di voler compiere l’opera della maturità, e affrontare questo personaggio da un punto di vista storico dettagliato». Il libro infatti nasce dalla collaborazione e dalle ricerche effettuate anche grazie all’aiuto di Loris Francesco Capovilla, segretario particolare del pontefice, e dalla possibilità di poter consultare i diari di Papa Roncalli. «Scrivere una biografia con queste possibilità, è sicuramente un privilegio che non mi potevo lasciar sfuggire».

Marco Roncalli è così stato intervistato, durante la serata, dal direttore del settimanale Luce, Saverio Clementi, il quale ha affrontato il grande segno che ha lasciato la figura rivoluzionaria di Giovanni XXIII. «Sì, anche se forse è stato più rivoluzionario Giovanni Paolo II, con l’incontro di Assisi tra tutte le religioni – ha spiegato l’autore –. Roncalli ha dato al via a un modo diverso di pensare il Pontificato, più vicino alla gente e alle realtà del mondo, come la crisi dei missili di Cuba, quando le sue dichiarazioni aiutarono notevolmente a sciogliere la crisi internazionale».
«Comunque mai un pontificato ha avuto un impatto così forte – ha concluso Roncalli -. Anche se nel libro non ho puntato solo i riflettori sul suo operato e sulla Storia di quegli anni, ma anche sui collaboratori fondamentali come appunto Angelo Dell’Acqua, una figura tutta da riscoprire, soprattutto per approfondire e comprendere il Giovanni XXIII politico. Il sostituto di Stato, infatti, era uno dei più fidati aiuti del Papa il cui operato ha influito molto sulle decisioni di quello che poi è diventato per tutti il Papa Buono».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.