Giovanni Gallo, economista e pittore

Si inaugura sabato 5 maggio, a Villa Truffini, una personale dell'artista cresciuto con Carrà, Fiume e Longaretti

Si inaugura sabato 5 maggio, alle 17,30 a Villa Truffini, una mostra personale dell’artista Giovanni Gallo.

Giovanni Gallo è nato a Malvito (CS), ma è vissuto fin dall’adolescenza a Milano, dove ha sviluppato la sua passione per l’arte dipingendo con il supporto di una delle più note gallerie d’arte della città, la Galleria Barbaroux. Ha maturato la sua esperienza pittorica nell’ambito dell’Accademia di Belle Arti di Brera con i maestri Carlo Carrà, Gino Moro, Trento Longaretti, Salvatore Fiume e Matteo Piccaia. Nel contempo ha conseguito la laurea in Economia e Commercio all’Università Cattolica di Milano e ha lavorato come dirigente d’azienda e docente presso l’ICE di Roma.

"Giovanni Gallo – si legge nella presentazione alla mostra – ha imperniato la sua attività su questa dualità: cultura artistica e mondo economico intesi come somma di valori e di possibilità. La sua arte, arricchita dalla conoscenza del mondo esterno, dimostra come l’operatore economico può, tramite la cultura, coincidere con quello poetico.

Le opere dell’artista si trovano in Italia, Spagna, Inghilterra, Olanda e Germania; sono state esposte in prestigiose gallerie e in numerose mostre italiane ed internazionali, tra cui ricordiamo Palazzo Reale di Milano, il Centro Culturale Gonzaga di Milano, la Galleria del Canovaccio di Roma, Santa Maria Gualteri a Pavia e l’Université Jean Monnet di Saint-Etienne.

La mostra, che resterà aperta fino al 22 maggio potrà essere visitata dal lunedì al venerdì dalle 15.30  alle 19.30 e il sabato dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.30 (chiusa sabato 19 maggio).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.