I turisti preferiscono il basso lago

Secondo l'ufficio turistico Costa Fiorita di Laveno la stagione si è aperta con una tenuta rispetto al 2006. Cresce la capacità di spesa. In difficoltà il Luinese

A Pasqua il turismo sulle sponde lombarde del Ceresio e del Maggiore ha tenuto rispetto all’annoscorso con un leggero aumento di spesa pro-capite da parte dei turisti. Se i tedeschi sono sempre il cliente numero uno dei nostri laghi i francesi continuano a crescere sia in termini numerici che di capacità di spesa. I dati li fornisce l’ufficio Costa Fiorita di Laveno che ha riaperto i battenti in anticipo grazie al clima favorevole che da fine marzo sta portando temperature sempre al di sopra della media. Il dato davvero indicativo sono le 125 prenotazioni in alberghi del lago effettuate tra il 30 marzo e il 12 aprile tramite lo sportello prenotazioni dell’ufficio. Bene il basso lago mentre è in difficoltà la zona a nord di Laveno. I turisti sembrano attratti maggiormente dalla parte a sud del Maggiore forse per la maggiore scelta alberghiera che offre. Il secondo fattore che favorisce il sud al Luinese sono i collegamenti stradali e ferroviari. <Gli orari dei treni non sono tracciati a misura di turista – spiega Marco Lazzarato responsabile dellufficio di Laveno – prediligendo gli abitanti del luogo. Se in parte è giusto dall’altro lato non aumentano i treni nei periodi di maggiore afflusso turistico>.

Cosa che invece accade appena dopo il confine dove le ferrovie federali svizzere per Pasqua aumentano in maniera esponenziale il numero dei treni. Interessante sottolineare anche che cosa cercano i turisti sul Verbano: percorsi nel verde e mountain bike sono molto apprezzati in questo periodo anche se le giornate calde hanno spinto molti sulle spiagge e addirittura in acqua, che in questo periodo è raffreddata dallo scioglimento delle nevi sulle montagne del bacino imbrifero. La stagione turistica, dunque, si è aperta bene per i centri rivieraschi anche se i dati a disposizione sono ancora pochi ma se la Pasqua è, come da anni accade, indicativa allora gli operatori potranno sperare in una buona stagione turistica.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.