“Il giocatore”,l’ultimo azzardo di Paolo Rossi

Sarà il Teatro Sociale di Como ad ospitare l'anteprima del nuovo spettacolo del grande mattatore

Sarà al Teatro Sociale di Como il 13 e il 14 aprile, con inizio alle ore 21, l’anteprima del nuovo spettacolo di Paolo Rossi "I giocatori", liberamente ispirato a Il giocatore di Dostoevskij. Come nell’opera originale, i personaggi non vengono giudicati secondo regole morali o sociali, ma sono trattati come malati, uomini persi alla ricerca di una redenzione. La rappresentazione vede due compagnie di giovani attori teatrali emergenti, la Pupkin Kabarett e la Babygang, riunite sotto il nome di "La confraternita dei Precari".

Commenta così Paolo Rossi la sua nuova fatica: «Dietro questo progetto c’è una volontà politico-culturale. In un’epoca in cui stanno sfrattando generazioni di teatranti, emarginate per età o per ragioni geo-politiche, si compie un piccolo atto. Una scommessa. Un investimento. Anche per il capocomico».

Il talento del grande comico e attore ancora una volta affronta, dunque, un tema di grande importanza sociale. E lo fa con la consueta ironia, mostrando come il gioco d’azzardo sia diventato per molti l’illusione di una fuga da una realtà precaria, ma che comunque ci si rende conto, dopo aver toccato il fondo, che buio e realtà non sono poi così distanti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.