Il meglio del Folk insubrico in un unico concerto

In una serata il comasco Van De Sfroos, i luinesi Trnincorsa e i ticinesi Vox Blenii. Il 28 aprile la cittadina ticinese sarà il centro della musica popolare

Dopo il concerto di Paolo Meneguzzi, la Pista del Ghiaccio di Biasca ospita sabato 28 aprile, nell’ambito della rassegna “Biasca Eventi”, un altro grande evento musicale promosso dalla World Fun Promotion SA e dedicato, stavolta, alla musica di matrice “folk”. Intitolata “ Folk In Festival ”, la serata avrà quale principale star Davide Van De Sfroos , artista lariano da alcuni anni assurto a simbolo di un genere musicale che coniuga gli stilemi del rock, della canzone d’autore, del folk celtico e della tradizione popolare lombarda. Genere che De Sfroos, partendo proprio dalla Svizzera italiana e dalle regioni di confine, ha reso celebre in tutta la penisola grazie a dischi quali “Manicomi”, “Breva e Tivan”, “E semm partì”, “Laiv” e “Akuaduulza” che, oltre a rivelarsi degli straordinari successi commerciali, hanno fatto breccia anche tra la critica, la quale l’ha a due riprese l’ha premiato all’interno della principale rassegna della musica d’’autore italiana,  il Premio Tenco.  Ma la grande notorietà Davide Van De Sfroos l’ha costruita anche e soprattutto con le sue esibizioni dal vivo, in grado di esaltare ulteriormente la qualità delle sue composizioni grazie a vivaci arrangiamenti e a ricchi ensemble musicali capaci di ricreare atmosfere festose e di grande impatto, ben sintetizzate nel Dvd “Ventanas”, pubblicato qualche mese fa quale sunto della tournée estiva 2006 che l’ha visto protagonista in ogni angolo d’Italia.

 

Oltre a Davide Van De Sfroos il “Folk In Festival” ospita anche due altre formazioni quali la Vox Blenii e i Trenincorsa. La Vox Blenii è nata nel 1983 dalla comune passione per la musica popolare di un gruppo di amici della Valle di Blenio. Resisi conto che esistevano diversi canti, tramandati nella forma orale, che non venivano più cantati, con il rischio quindi della irrimediabile perdita di questo piccolo patrimonio della cultura ticinese, i componenti del gruppo hanno iniziato un lavoro di ricerca, nelle valli superiori e in altre regioni del Ticino, attraverso momenti di incontro con persone anziane – da loro definiti informatori – grazie ai quali hanno accumulato un vasto repertorio di  canti e musiche popolari che hanno le loro radici nel Ticino del XIX secolo e della prima metà del 1900, ma anche in Italia e in altre regioni d’Europa e che hanno documentato in un ricco catalogo di incisioni e che mettono in scena nei loro interessanti e coinvolgenti spettacoli.

 

Completa infine il lotto delle proposte il gruppo varesino dei Trenincorsa che nel suo repertorio coniuga la canzone d’autore più impegnata con la tradizione popolare di estrazione più politica e sociale, ben documentata all’interno del Cd “Stazione resistenza”, segnalatosi come una delle più interessanti proposte del nuovo combat-folk italiano tanto da spalancare alla band le porte di importanti palcoscenici della scena italiana.

Inizio dei concerti alle 21.00; conclusione alle 04.00.  Prevendite dei biglietti negli uffici degli Enti Turistici Biasca e Riviera, Blenio Turismo a Olivone; Leventina Turismo ad Airolo; nei negozi City Disc di Mendrisio e Lugano; da By Pinguis a Bellinzona; Music City Soldini a Locarno e nelle boutique Jeans Shop di Biasca, Faido e Bellinzona e sul sito www.funpromotion.com ,

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.