Il Varese vince e prosegue la risalita

Varese-Bassano Virtus 2-1. Biancorossi sotto dopo 5', poi due rigori di Lepore ribaltano il punteggio. Egbedi strepitoso

Ci vogliono due rigori, entrambe realizzati da Franco Lepore, per spingere il Varese alla seconda vittoria in sette giorni con cui i ragazzi di Mangia compiono tre passi pesanti verso la salvezza diretta. Un risultato giusto, meritato, nonostante l’ombra del primo penalty davvero troppo generoso. Detto doverosamente ciò però, va rimarcato come il Varese abbia nel complesso giocato una gara davvero positiva soprattutto nel secondo tempo quando un Egbedi superlativo e ben supportato dai compagni ha più volte sfiorato la rete. Non riuscendoci direttamente, il corazziere nero ha poi propiziato il secondo rigore servendo Ferrario poi atterrato in area.
Con questa vittoria Dionisi e compagni escono dalla zona playout, seppur di un soffio: un’iniezione che comunque vuol dire fiducia in vista della volata finale.

Galleria fotografica

Varese-Bassano 2-1 4 di 10

FISCHIO D’INIZIO – Mangia conferma le intenzioni della vigilia e l’attacco composto da Del Sante ed Egbedi, supportati dalla fantasia di Grossi. In panchina una bella notizia, con il ritorno di Eros Pisano tra i convocati. Glerean utilizza il classico modulo corto, rapido nel puntellare la difesa e agile a distendere i vari Pupita, Berretton e Nichele.

IL PRIMO TEMPO - Gli ospiti passano subito a condurre al 5’. Punizione sulla trequarti per un fallo commesso da Miale: batte Pirri che innesca una triangolazione rapida e letale con Beccia e Berrettoni il quale, solo davanti a Bindi, non perdona.
La replica del Varese arriva intorno al 12’: prima uno slalom di Bottone viene sventato in corner dalla difesa e poi, sul calcio d’angolo, un colpo di testa di Miale viene deviato da Beccia sopra la traversa. Poco dopo è Confeggi da fuori a saggiare i riflessi di Peresson. Nel giro di 5’ i biancorossi collezionano quattro angoli che portano con sé gli applausi di Masnago ma nulla più. Scampato il pericolo il Bassano può amministrare il vantaggio per un quarto d’ora tanto che al 31’ Mangia cambia assetto inserendo Lepore per un Confeggi poco coinvolto.
Al 39’ è Pupita a creare apprensione; l’attaccante scappa a sinistra e prova a sorprendere Bindi da posizione defilata ma il suo destro finisce nettamente fuori.

Quando si pensa ormai all’intervallo, ecco il pareggio: a pochi secondi dal 45’ l’arbitro concede infatti un rigore parso molto generoso al Varese, per un presunto fallo su Egbedi finito a terra nel tentativo di districarsi tra due avversari. Il fischietto prima ci pensa, poi assegna il penalty trasformato da Lepore. Nell’occasione volano anche due giuste ammonizioni per Pupita (proteste) e Lepore che poco furbescamente si toglie la maglia dopo il gol.

LA RIPRESAAl rientro in campo c’è Pisano per Macchi, azzoppatosi sul finire della prima metà di gara. Dopo 10’ di studio è il Bassano a prendere l’iniziativa con Pirri (punizione) e Mazzoleni (tiro da lontano). Al quarto d’ora riecco il Varese con la prima di una bella serie di occasioni: combinazione Egbedi, Dal Sante, Lepore e parata in due tempi di Peresson. Segue un periodo tutto biancorosso con le opportunità di Grossi, Egbedi e soprattutto Lepore che al 25’ scarta tutti prima di gettare alle stelle un gol già fatto.
Al 35’ il raddoppio: ancora Morgan innesca il neo entrato Ferrario che viene messo giù spalle alla porta. Stavolta dubbi non ce ne sono e Lepore infila ancora il portiere ospite.

Quando ci si aspetta la rivincita veneta, il Varese confeziona altre due palle gol con Egbedi. L’unico brivido arriva così dal piede fatato di Pirri al 45’: punizione perfetta e volo di Bindi a deviare in angolo e salvare il risultato.

MANGIA – “La squadra ha creato davvero tanto, al di là del fatto che i gol siano arrivati su rigore” è l’esordio del mister biancorosso in sala stampa che poi spiega così lo svantaggio: “Il gol a freddo si spiega perché loro hanno giocatori in grado davvero di mettere la palla dove vogliono. Poi però siamo risaliti con merito".
Sui rigori il tecnico è onesto: "Il secondo c’era senz’altro, il primo non lo so, ma al limite va a compensare tutto quel che ci è capitato nelle scorse settimane". Logici i complimenti a Egbedi: "Morgan ha superato problemini a schiena, bravo, per noi stato importante; però anche gli altri sono stati puntuali nel servirlo. Il calendario rimane pesante, come anche quello degli altri. Oggi si respira, ma basta una partita sbagliata per rimetterci in gioco: manteniamo questo atteggiamento".

 

Varese – Bassano V. 2-1 (1-1)

Marcatori: Berrettoni (B) al 5’pt, Lepore (V) su rig. al 46’pt e su rig. al 35’ st

Varese: Bindi; Macchi (Pisano dal 1’ st), Miale, Dionisi, Silva; Bottone, La Marca, Confeggi (dal 31’ pt Lepore); Grossi; Dal Sante (Ferrario dal 31’ st), Egbedi. All, Mangia. A disp.: Sampietro, Luoni, Adzaip, Troiano, Lepore.

Bassano V.: Peresson; Basso, Minardi, Teso, Beccia; Nichele, Mazzoleni (Cesca dal 37’ st), Pirri; Dalle Nogare (Rondon dall’11’ st), Pupita (Mateos dal 26’ st), Berrettoni. All. Glerean. A disp.: Tommei, Staiti, Abate, Scarpa.

Arbitro: Didato di Agrigento (Rossetti e Iori).
Note: giornata serena e calda, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Pirri, Miale, Pupita, Lepore, La Marca, Basso. Espulso: Nichele al 49’ st. Angoli: 7-6. Spett.: 1.300 circa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 aprile 2007
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Varese-Bassano 2-1 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.