Imprenditore e impegnato. I centristi scendono in campo

Giuseppe Albertini è il candidato sindaco per il Polo civico di centro. A presentarlo i pezzi da novanta del partito

«Stiamo al centro, da soli  e ben ancorati al territorio. Quindi vicino ai problemi concreti della gente». Quintino Magarò (foto a lato), coordinatore del Polo civico di centro, gongola di fronte alla sala consiliare di via De Mohr piena di gente.
I centristi hanno scelto i pezzi da novanta per presentare il loro candidato sindaco a Malnate. Una scelta che risponde a una strategia: «Non è un caso – dice Magarò – che in questa lista trovate candidati collegati alle provinciali. Noi puntiamo a fare politiche aggregate sul territorio perché su alcune questioni la posta in gioco è alta e ci riguarda tutti. Pensate solo al tema dell’acqua e degli Ato».

In mezzo, tra Magarò e l’on. Paolo Caccia, c’è Giuseppe Albertini. È lui il rimedio a quella che lo stesso Caccia definisce «la disaffezione dei cittadini dalla politica». Malnatese, imprenditore, 53 anni, membro dell’Associazione artigiani, sposato con due figli, Albertini spiega perché ha scelto il Polo civico di centro: «Io sono da sempre impegnato sul territorio e la mia candidatura nasce da questo impegno. Non ho ambizioni romane e in questa formazione politica la linea non la detta la segreteria. Guardate cosa sta avvenendo nei due poli. Noi siamo l’alternativa giusta».

Il candidato sindaco centrista sciorina i punti del suo programma, lasciando spazio agli interventi della gente: scuola, formazione, famiglia e lavoro. Da circa nove anni, infatti, Albertini è impegnato nel progetto di formazione "Scuola e bottega". Un progetto certificato che forma ogni anno decine di ragazzi, facendogli fare un percorso lavorativo coerente tra gli imprenditori della zona, senza precludere la prosecuzione degli studi.
(foto da sinistra: Giuseppe Albertini e Paolo Caccia)

A Malnate la battaglia elettorale si presenta molto complicata: sette candidati per la poltrona di sindaco, con centrodestra e centrosinistra impegnati nel contenere i danni causati dalle "fughe" e dagli strappi delle varie forze politiche. Un quadro reso ancor più complicato dalla presenza di due liste civiche.
Alla domanda con chi farà alleanze il Polo civico di centro al sicuro ballottaggio, Albertini risponde: «Noi puntiamo a vincere e quindi rispondo con nessuno. Però se fate attenzione alla nostra lista, composta da imprenditori e professionisti, una risposta la trovate da soli».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.