In testa si corre

Vincono tutte le squadre di vertice in C1 e C2: turno pre-pasquale con tanti scontri al vertice. Buio pesto per Varese e Pro Patria

Buio pesto per Pro Patria e Varese. I bustocchi non sono riusciti a battere il Pavia, penultimo in classifica, anche e soprattutto grazie alle prodezze dell’estremo difensore pavese Anania. Il Varese ha invece subito l’ennesimo rigore dubbio contro e ha pagato dazio a Crema, contro un Pergo sempre più lanciato verso i playoff. 

In serie C1, girone A, c’è un duo toscano in testa, formato da Grosseto e Pisa. I ragazzi di Cuccureddu hanno avuto la meglio in un combattuto 2-3 sul campo del Pizzighettone, fanalino di coda che però non molla la presa: la partita da recuperare contro il Sassuolo può far fare il salto a Cipolla e compagni. Il Pisa intanto continua la propria corsa battendo 2-0 la Pro Sesto. In zona playoff vincono Sassuolo e Monza, che rimangono ad una sola lunghezza dal duo capolista. I modenesi vincendo nel recupero potrebbero fare il salto in vetta da soli: nel frattempo ne hanno rifilati due alla Massese, mentre il Monza ha vinto 3-2 in casa contro una Lucchese che ha ormai mollato gli ormeggi. A tre punti dalle seconde il Padova raggiunge il Venezia grazie all’1-0 sulla Pistoiese, mentre i lagunari hanno perso in casa contro la Cremonese, finalmente in ripresa e fuori dal pantano playout. A ridosso delle prime, il Cittadella frena contro l’Ivrea, non andando oltre lo 0-0 esterno. A centro classifica Novara (0-1 esterno a San Giovanni Valdarno) e Lucchese sono a quota 38 punti, lontane 4 punti dal Cittadella e ben 6 da Padova e Venezia: sogni di gloria nel cassetto, ormai. La Pistoiese a quota 37 è tranquilla, mentre non possono rilassarsi Cremonese, Sangiovannese e Massese a quota 33, seguite da Pro Patria a 31, Pro Sesto a 30, Ivrea a 29, Pavia a 24 e Pizzighettone a 22. Per i biancoblu di Dominissini sabato prossimo impegno proibitivo allo “Speroni” contro il Venezia: brucia ancora il ricordo dei 5 gol rifilati dagli arancioverdi all’andata. Da seguire Sassuolo-Padova e Pisa-Monza per la vetta, mentre la Pro Patria guarderà con attenzione a Cremonese-Sangiovannese e Pro Sesto-Pistoiese.  

Nel girone A di serie C2 torna a correre la Nuorese, imitata dal Legnano. I sardi hanno battuto 3-1 il Carpenedolo e hanno così agguantato i lilla, vittoriosi per 2-1 nell’anticipo a Vercelli. Dietro, a 4 punti di distanza, il Pergocrema ha raggiunto l’Alto Adige, fermato sullo 0-0  Lumezzane. Per i playoff nulla di fatto tra Lumezzane e Bassano, ferme a quota 44, un punto dietro cremaschi e sudtirolesi. Si risolleva la Valenzana, a ridosso della zona nobile con 41 punti, grazie al 2-1 sul Cuneo. A centro classifica la Pro Vercelli ha 37 punti, Carpenedolo 36 e Sassari Torres (1-1 a Sanremo) 35. Dietro si soffre: a quota 34 il Portogruaro ha perso un’occasione ghiotta contro l’altra pericolante Montichiari, che grazie al piccolo Masi formato gigante batte 2-0 i diretti rivali e continua a sognare. Con i veneti c’è il Lumezzane, atteso al Franco Ossola di Varese sabato 7 aprile per uno scontro salvezza da non perdere. A 33 punti il Cuneo è raggiunto dall’Olbia, che ha fermato la rincorsa della Biellese, mentre dietro il Varese a quota 31 è incalzato dal Montichiari in netta crescita e ora a soli due punti di distanza. Penultima la Sanremese con un solo punto più della Biellese. Come si vede la classifica, specie nelle zone basse, è cortissima. Il Varese per evitare di giocarsi la permanenza nella categoria ai playout deve vincere almeno gli scontri diretti, ma può non bastare: sabato (senza Dos Santos e Miale squalificati) arriva il Lumezzane, partito con molte ambizioni e ora impantanato sul fondo. Vincere è obbligatorio per dare respiro alla squadra e all’allenatore. Dopo i bresciani i biancorossi se la vedranno con Pro Vercelli, Bassano, Alto Adige, Legnano e Valenzana: una strada lastricata di pericoli che i ragazzi di mister Mangia devono affrontare con consapevolezza e fiducia nei propri mezzi. In testa da non perdere la sfida per il primo posto tra Legnano e Nuorese    

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.