Incendio di Ronco: voli per spegnere gli ultimi focolai

Le fiamme sono state quasi del tutto domate; venerdì mattina un altro volo di ricognizione per scoprire eventuali piccoli incendi

Rimane alto il livello di guardia dei vigili del fuoco sull’incendio divampato lunedì ad Ascona in località Ronco: questa mattina alle 6 due elicotteri di imprese private hanno ripreso a volare sulla zona dell’incendio per spegnere alcuni piccoli focolai. Visto l’esito positivo degli interventi, alle 8.30 il maggiore Alain Zamboni ha deciso la sospensione dei voli, tenendo però gli elicotteri a disposizione: dalle 12.00 un Super Puma militare staziona presso l’aeroporto di Magadino, come pure un elicottero civile che resta nella zona dell’intervento. Anche i militi sono stati fatti rientrare, per permettere a tutti di riposare nell’ipotesi di una recrudescenza delle fiamme: stanotte erano in 11 a tenere sotto controllo la situazione.

L’incendio, comunque, è stato quasi del tutto domato; le
precipitazioni, anche se modeste, di questa notte hanno aiutato in parte a raffreddare il bosco colpito dalle fiamme.

Domani mattina alle 7.00 è previsto un volo di ricognizione da parte di un Super Puma militare, equipaggiato con telecamere ad infrarossi, in grado di evidenziare eventuali focolai ancora nascosti. Sulla base di quanto emergerà da questo volo si potrà valutare più precisamente sull’effettiva estinzione dell’incendio. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.