Insubria: la sfida al Chianti è stata lanciata

Parte "Arte & Gusto", manifestazione culturale e gastronomica che coinvolge cinque province italiane e il Canton Ticino

«Stop al campanilismo di quartiere. Bisogna lavorare uniti». È questo il messaggio lanciato oggi da Roberto Forte, segretario generale della Regio Insubrica, alla presentazione di "Arte & Gusto", il festival che unisce cultura e cucina nell’Insubria.

La manifestazione, in programma dal 16 aprile al 6 maggio, coinvolge cinque province italiane (Varese, Como, Lecco, Novara, Verbano Cusio Ossola) e il Canton Ticino in un progetto gastronomico a cui hanno aderito 60 ristoranti sparsi per la regione. L’iniziativa, la “Numero Zero”, è la prima che vede la partecipazione unanime delle province, e fa parte di un progetto più ampio chiamato “lakes and alpes” per la promozione del territorio. Durante queste tre settimane, i ristoratori hanno la possibilità di mettere in mostra i prodotti tipici delle nostre zone, dai vini ai formaggi che caratterizzano la produzione locale. «Nell’Insubria ci sono molti prodotti di nicchia da valorizzare – continua Forte – e questa è una vetrina comune per esporre le nostre "perle" culinarie, senza competizione tra le province ma collaborazione e condivisione».

Ma non si è parlato solo di cucina: il binomio arte e gusto va a puntare sulla volontà di rilanciare la nostra zona anche dal punto di vista turistico, per promuovere insieme le bellezze architettoniche di cui è ricca. Nell’Insubria infatti c’è un’altissima presenza di opere del periodo romanico, ed proprio sull’arte e sulla bellezza dei paesaggi su cui si deve puntare. È difficile che le singole città da sole vengano scelte come meta di week end o di vacanze: per questo si deve attirare l’attenzione sull’intera regione transfrontaliera, proponendo un mix tra arte, ambiente e buona cucina in grado di competere con zone come il Chianti o il Veneto. Questo anche in vista dei mondiali di ciclismo a Varese del 2008 e a Mendrisio del 2009, un’occasione unica da cogliere e da saper sfruttare al massimo. Anche l’assessore al Marketing provinciale Giangiacomo Longoni sottolinea l’impegno dalla Provincia: «Abbiamo appena firmato un accordo di programma – continua Longoni – in cui ci impegniamo ad investire nella comunicazione e nella promozione turistica, non più come singola provincia ma come Insubria, la zona dei laghi».

Ringraziamento da parte di entrambi ai ristoratori, veri protagonisti della manifestazione, e alle amministrazioni provinciali per la disponibilità. L’ultima parola è per Charles Barras di Ticino Turismo: anche lui si dichiara pienamente soddisfatto dell’iniziativa, con la speranza che sia solo la prima di una lunga serie.

La lista completa dei ristoranti aderenti

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.