L’Ammiraglio Di Paola vola sull’M-346

Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, ha visitato la sede di Venegono dell’Alenia Aermacchi

Nel corso della visita l’Amm. Di Paola ha volato sull’M-346, velivolo da addestramento avanzato di nuova realizzazione, interamente progettato e prodotto in Italia da Alenia Aermacchi. Il Capo di Stato Maggiore della Difesa  è decollato dall’aeroporto di Venegono Superiore alle ore 15.50. Il volo è durato circa 40 minuti; l’Amm. Di Paola è stato accompagnato dal Comandante Olinto Cecconello, Capo Pilota Collaudatore della stessa Compagnia.

Dopo l’atterraggio, il Capo di Stato Maggiore della Difesa ha così commentato:

«Si tratta di un velivolo di grande interesse per l’addestramento avanzato di nuova generazione. In particolare ho potuto constatare la grande facilità di pilotaggio e manovrabilità, l’ampia visibilità, anche dal cockpit posteriore, e le rimarchevoli capacità di spinta dei motori che ci hanno portato, con  un’impressionante ma fluida accellerazione, fino alla velocità di Mach 0.93. Le potenzialità della macchina sono quindi quelle di un avanzato Lead-in Fighter Trainer».

Al termine della visita l’Ing. Carmelo Cosentino, Amministratore Delegato di Alenia Aermacchi, ha a sua volta dichiarato:

“E’ per noi un onore che il Capo delle Forze Armate italiane abbia deciso di volare personalmente sull’M-346. 

Per Alenia Aermacchi, è un’ulteriore conferma che l’M-346 sia considerata una macchina di nuova generazione, espressione delle nostre capacità tecnologiche uniche al mondo. Questo ci stimola a continuare a predisporre azioni commerciali per promuovere con sempre più forza e determinazione il velivolo  in ambito internazionale”

L’M-346, sviluppato sulla base dei requisiti specifici di 10 forze aeree europee, rappresenta attualmente il vertice della gamma degli addestratori Alenia Aermacchi ed è riconosciuto come il migliore velivolo, unico in Europa, nella categoria degli addestratori avanzati di nuova concezione.

Il velivolo, grazie all’avionica avanzatissima, è capace di simulare efficacemente le prestazioni, gli scenari operativi ed il cockpit degli aerei da caccia di ultima generazione, Eurofighter, Gripen, Rafale, F-16, F-22 e del futuro JSF.

Grazie all’elevata efficacia addestrativa e alle notevoli capacità di “down loading”, l’M 346 costituisce un vero salto concettuale e generazionale nell’addestramento militare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.