La Pasqua tra arte e spirito, con i diorami sulla vita di Gesù

Una mostra particolare attira la curiosità e l'interesse dei saronnesi che accorrono al Santuario del Beato Monti per vedere le opere di fratel Matteo

Di solito li usano ingegneri e specialisti nell’allestimento museale, ma a Saronno i diorami – ambientazioni in scala che ricreano scene di vario genere – sono utilizzati per invitare i fedeli a meditare sul messaggio di salvezza svelato dalla vita e dalla morte di Gesù.

Inaugurata la domenica delle Palme, la "Mostra poliscenica sulla vita di Gesù" è curata dall’Associazione Amici di Padre Monti, che prosegue così  il progetto spirituale-artistico che ha dato vita alla collezione dei diorami di fratel Matteo Chita, che partono dall’Annunciazione e terminano con Gesù dodicenne al Tempio.
Quest’anno i visitatori potranno ammirare i nuovi diorami con scene inedite sulla vita di Gesù (dal Battesimo alla Resurrezione) «sulle quali – spiegano i promotori dell’iniziativa – ognuno è invitato a meditare in questo "tempo santo" alla luce del Vangelo».  Nove le scene allestite quest’anno, con la novità di quella della Samaritana e quella dell’Apparizione a Maria di Magdala.

«E’ un percorso di confronto – spiega il responsabile del Santuario padre Franco Sartori – quasi uno specchiarsi dentro una scena alla luce della vicenda di Gesù per rileggere se stessi e verificare il cammino di santità a cui tutti noi siamo chiamati».

Intanto i fedeli saronnesi si preparano a rispettare quella che è una tradizione consolidata e molto amata:  la Messa della Risurrezione, celebrata nel Santuario del Beato Monti alle cinque del mattino di Pasqua.

La Mostra dei diorami, allestita nella sala adiacente la Chiesa Santuario dell’Istituto –  sarà visitabile tutti i giorni, fino al 15 aprile, dalle  9 alle 12 e  dalle 15 alle 19.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.