Les jeux sont faits: Varese al Casinò

Approvati a Como i nuovi patti parasociali, che prevedono l'elezione di una rappresentanza della provincia nel CdA della casa di gioco

La strada per l’ingresso della Provincia di Varese nel CdA del Casinò di Campione è ufficialmente spalancata. Come abbiamo illustrato in un precedente articolo, infatti, la provincia godeva di questo diritto da diversi anni, ma la sua messa in pratica non è mai stata ufficializzata.

Ora il Consiglio provinciale di Como ha approvato i nuovi patti parasociali del casinò, scritti da una commissione Como-Lecco. In questi patti si prevede esplicitamente l’elezione di un rappresentante di Villa Recalcati nel consiglio di amministrazione nella casa da gioco. La discussione è stata animata, visto che An Como non era d’accordo su questo punto, chiedendosi quali interessi possa rivendicare la nostra provincia sul casinò, del quale comunque assorbe parte dei proventi da diversi anni. In ogni caso il provvedimento è stato approvato su larga maggioranza.

Ufficialmente, comunque, l’ufficializzazione e la scelta dei sistemi di partecipazione varesina saranno stabiliti in una assemblea della società di gestione del casinò, fissata per il 23 aprile. Ma visto l’accordo di Como e Lecco sembra difficile, ormai, intravedere colpi di scena.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.