Liberazione: celebrazioni, cortei e teatro civile

25 aprile festeggiato in città con numerose manifestazioniche culmineranno con i discorsi di sindaco, Anpi e Claudio Merletti, preside dell'Ipc Falcone

Mercoledì 25 aprile si festeggia la Liberazione anche a Cardano al Campo. Alle 8.30 ritrovo per la messa nella Chiesa di S. Anastasio, in suffragio dei Caduti della Liberazione, alle 9.30 alzabandiera presso il Municipio e deposizione di una Corona al Monumento ai Caduti, alle 9.45 partirà il corteo dal Municipio, passando per il cimitero fino alla scuola secondaria di primo grado di via Carreggia. Alle 10.15 inaugurazione della mostra “Dalle brigate partigiane ai banchi di scuola. L’esperienza dei convitti scuola della Rinascita”: interverranno il sindaco Mario Aspesi, un rappresentante dell’ANPI di Cardano e  Claudio Merletti, dirigente dell’Istituto Ipc Falcone di Gallarate. Alle 11 infine aperitivo per tutti. La Filarmonica accompagnerà l’evento dalle ore 9.30 e nel corso della mattinata saranno deposte corone di alloro al Monumento ai Caduti delle Scuole Pascoli ed alle vie L. Ferrazzi, B. Ferrazzi, N. Ruberto, P. Grossoni, F.lli Spotti, F.lli Cervi, G. Matteotti, E. Curiel, Don Minzioni. Verranno deposti fiori alle targhe ricordo dei Caduti Cardanesi della Prima Guerra Mondiale, ai Viali delle Rimembranze, a fianco del Cimitero. Alle 21 appuntamento al Cineteatro Auditorium di piazza Mazzini per assistere ad “Annuscha”, spettacolo di teatro civile con Rosa Sironi a ura di VentiChiavi teatro.

Sabato 5 maggio alle 14.30 si terrà poi il convegno dal titolo: “Dalle brigate partigiane ai banchi di scuola . La rasa di Varese 1947-1964” . L’attualità di una testimonianza per riportare la scuola al centro della comunità civile.

I cittadini sono invitati ad esporre il tricolore e a partecipare alla manifestazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.