Liricominimale: il razionalismo leggero si mostra

L’artista varesino Domenico D’Oora in mostra a Palazzo Correr con Renato De Santi e Manlio Onorato

Martedì 17 Aprile 2007, alle ore 18.30, presso Palazzo Correr, sede dell’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia (Cannaregio 2214), verrà inaugurata l’esposizione Liricominimale. Opere di Renato De Santi, Domenico D’Oora e Manlio Onorato, a cura di Francesca Brandes.

L’occasione – più che una collettiva, tre personali riunite – rivela sin dal titolo precisi intenti: i tre artisti, vicini per età anagrafica, pur nelle diverse cifre connotanti, esercitano tutti – nelle opere esposte – un razionalismo leggero, ma allo stesso tempo denso di significati estetici ed etici; vi emergono la capacità di vedere il bello, il semplice nel confuso; la necessità di una dimensione vivibile, attraversabile dall’emozione anche nel rigore della struttura. Ulteriore elemento di coesione è rappresentato dalla comune consapevolezza che il colore (concentrato in D’Oora, atomizzato in Onorato, positivo-negativo in De Santi) può essere veicolo di aure e significati:

i tre Liricominimali godono, per fatica e grazia, di un austero e pronunciato lirismo del minimo; i loro lavori sono commoventi, ma non soggettivi, nel senso più banale del termine. Al contrario, la bellezza che ne scaturisce ha più a che fare con i rapporti e le corrispondenze tra colore, forme e materiali che con l’accidente, l’ispirazione aulica… (dal catalogo Liricominimale, testi di F. Brandes).

 

Renato De Santi, nato nel 1956, diplomato all’Accademia di Belle Arti di Venezia, dal 1997 fa parte del gruppo di operatori visivi di Verifica 8+1 di Venezia-Mestre. Tra le mostre più recenti, “L’anima in arte” (Noale-Ve), “Operazione visiva di verifica”(Mestre-Ve) e “La via delle nuvole”  (San Benedetto Po, Mantova) tutte del 2006. In Liricominimale propone le sue Partiture variabili, carta e acrilico su tela, installazioni basate sul rapporto ritmico-melodico di elementi nello spazio.

 

Domenico D’Oora, nato a Londra nel 1953, diplomato all’Accademia di Belle Arti di Brera, vive a Luino (VA). Tra le mostre più recenti, nel 2004 “Oltre il Monocromo” (Fondazione Zappettini, Chiavari). Personali: nel 2005; “Absolute Colour” (Arte Silva, Seregno), “Opere” (Folini Arte Contemporanea, Chiasso, CH). Nel 2006 “If” (Galleria Il Milione, Milano), “Opere” (Galleria Miralli, Viterbo). In Liricominimale espone opere in acrilico-vinilico su mdf ed opere su carta, monocromi di estrema densità fisica e concettuale.

 

Manlio Onorato, nato a Castel Morrone (CE) nel 1951, vive e lavora a Lonigo (VI). Tra le mostre più recenti,  “Attraverso memorie di luce” (Vicenza) e “La durata dello sguardo”, con A. Bonoli e D. D’Oora (Udine) nel 2003; “Dualità” con A. Bonoli (Milano) nel 2007. In Liricominimale propone olii su tela ed opere su carta dedicate alla percezione luminosa come evento strutturante della visione.

La mostra Liricominimale sarà aperta al pubblico dal 17 al 27 Aprile 2007, con orari 10-12 / 15-17

Per informazioni:  tel. 041.5242309 ; fax 041. 715331

E-mail: istiorga@tin.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.