Mondiali allungati di un giorno? Si può fare

Durante l'ultima riunione con i commissari dell'Uci è emersa una nuova e intrigante proposta: iniziare Varese 2008 martedì 23 settembre

Finale con sorpresa per il sopralluogo (foto: Sola, Adorni e Oldani all’ippodromo) della delegazione dell’Uci inviata a visionare progetti e strutture di Varese 2008.
Nel corso della riunione tenutasi stamane al Palace Hotel è infatti emersa un’idea inattesa e intrigante: allungare di un giorno il calendario della rassegna iridata.

Il programma originale prevede infatti che la prima gara – la cronometro donne élite – si correrà il mattino di mercoledì 24 settembre mentre il giorno stesso è in calendario la crono maschile under 23.
La delegazione Uci però ha espresso un primo parere favorevole ad una variazione: iniziare le competizioni martedì 23 ed effettuare così una corsa al giorno, compreso venerdì che inizialmente era destinato al riposo.
«L’idea ci è venuta per dare maggior risalto televisivo all’evento – spiega il direttore Gabriele Sola – Concentrando ogni gara al pomeriggio potremo prevedere una copertura continua che valorizzi ogni singola gara. Per i disagi alla città poi credo che non cambierebbe molto: se da un lato avremmo un giorno in più di chiusura, dall’altro tutte le mattine sarebbero libere, con le strade aperte, a parte ovviamente domenica 28 quando ci sarà il mondiale dei professionisti. Considerando la cerimonia di apertura, che con il nuovo programma si svolgerebbe al lunedì, andremmo incontro a una vera e propria settimana mondiale».

La nuova proposta dovrà anche essere vagliata dalla Rai, che riprenderà l’evento, ma il vantaggio del nuovo calendario sembra evidente a prima vista.
La riunione del Palace è servita a completare le perlustrazioni svolte ieri: al tavolo si sono seduti anche i tecnici di Palazzo Estense per spiegare le disposizioni viabilistiche adottate in occasione dei campionate e in particolare illustrare il piano dei parcheggi.
«Credo che l’ispezione dell’Uci sia stata positiva e fruttuosa – prosegue Sola – anche se ora attendiamo il rapporto ufficiale».
«I quattro rappresentanti giunti a Varese hanno dimostrato apprezzamento e disponibilità – continua il presidente Amedeo Colombo – e ci hanno fornito quegli strumenti utili a perfezionare idee e proposte».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.